Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Le vendite del Gruppo Roche aumentano del 2% in franchi svizzeri e del 7% a tassi di cambio costanti, trainati da nuovi prodotti, più che compensando l’impatto della concorrenza dei biosimilari.
Le vendite della divisione farmaceutica sono aumentate del 7%, guidate da Tecentriq, Hemlibra, Ocrevus e Perjeta, mentre le vendite della Divisione Diagnostica crescono del 5%, con i test molecolari come contributo principale.
Sulla base dell’attuale valutazione dell’impatto COVID-19, le prospettive per il 2020 sono confermate.

Impatto della pandemia COVID-19: la volatilità in alcuni mercati ha un impatto limitato sulla performance aziendale nel primo trimestre; la catena di approvvigionamento globale di medicinali e test rimane intatta; l’FDA ha rilasciato l’autorizzazione all’uso d’emergenza per il test cobas SARS-CoV-2 per la rilevazione dell’infezione da virus; test disponibile anche nei mercati che accettano il marchio CE; la capacità di produzione per il test cobas SARS-CoV-2 è aumentata enormemente.
Commentando le prestazioni del Gruppo nel primo trimestre, il CEO di Roche Severin Schwan ha dichiarato: “L’epidemia di pandemia globale di coronavirus durante il primo trimestre rappresenta una sfida senza precedenti, in particolare per i sistemi sanitari di tutto il mondo. Roche ha dato importanti contributi alla lotta contro COVID-19. In stretta collaborazione con le autorità siamo stati in grado di rendere disponibile il nostro test SARS-CoV-2 cobas e di avviare uno studio globale di fase III su Actemra / RoActemra nella polmonite COVID-19 in tempi record. Con le esigenze sanitarie che rimangono elevate, l’attività di Roche ha finora dimostrato di essere resiliente in questo difficile ambiente. L’adozione dei nostri medicinali recentemente introdotti continua ad essere forte. Sulla base della nostra valutazione attuale, confermiamo le prospettive per l’intero anno.”

ulla base dell’attuale valutazione dell’impatto di COVID-19, si prevede che le vendite crescano nell’intervallo da una cifra bassa a una media, a cambi costanti. Gli utili core per azione sono destinati a crescere sostanzialmente in linea con le vendite, a tassi di cambio costanti. Roche prevede di aumentare ulteriormente il suo dividendo in franchi svizzeri.
Vendite di gruppo

Nei primi tre mesi dell’anno, le vendite del Gruppo sono aumentate del 7% a CHF 15,1 miliardi. Le vendite nella divisione farmaceutica sono aumentate del 7% a 12,3 miliardi di franchi svizzeri. I principali fattori di crescita sono stati il ​​medicinale antitumorale Tecentriq, l’emofilia Hemlibra, la sclerosi multipla Ocrevus e il carcinoma mammario Perjeta. La forte diffusione di nuovi farmaci introdotti ha generato vendite per 4,6 miliardi di franchi, tra cui una crescita di 1,6 miliardi di franchi a tassi di cambio costanti nel 2019, più che compensando l’impatto della concorrenza sui biosimilari.

Negli Stati Uniti, la crescita delle vendite è stata principalmente generata da medicinali recentemente lanciati come Ocrevus, Hemlibra e Tecentriq, parzialmente compensati dalla concorrenza dei biosimilari.

In Europa, le vendite sono aumentate poiché la forte domanda di Tecentriq, Ocrevus, Perjeta, Hemlibra, Actemra / RoActemra e Kadcyla, è stata in grado di compensare l’impatto delle minori vendite di Herceptin e MabThera / Rituxan. Le prime versioni biosimilari di Avastin sono attese entro la fine dell’anno.

Nella regione internazionale, le vendite sono aumentate del 16%, i principali contribuenti sono stati Perjeta, Ocrevus, Tamiflu e Alecensa. In Cina, la forte diffusione di medicinali recentemente lanciati Perjeta e Alecensa e le maggiori vendite di prodotti affermati tra cui Tamiflu e Rocephin hanno compensato la riduzione dei prezzi del National Reimbursement Drug List e l’impatto di COVID-19 per Herceptin, Avastin e MabThera / Rituxan.

La crescita in Giappone è stata trainata anche dai prodotti recentemente lanciati Hemlibra, Tecentriq e Perjeta, nonostante la notevole concorrenza dei biosimilari.

Le vendite della Divisione Diagnostica sono aumentate del 5% a 2,9 miliardi di franchi. L’area di business Molecular Diagnostics è stata il principale contributo alla crescita, guidato dai test molecolari. La crescita è stata registrata in Nord America, EMEA3, America Latina e Giappone. Nella regione Asia-Pacifico le vendite sono state fortemente influenzate dalla chiusura della pandemia COVID-19 in Cina. Nel complesso, la domanda in Nord America, Europa e America Latina è stata meno colpita da COVID-19 nel primo trimestre a causa della successiva insorgenza della pandemia in queste regioni. I test di routine sono diminuiti a causa di un calo dei controlli sanitari regolari mentre i test di emergenza e COVID-19 sono fortemente aumentati.

Share Button