Print Friendly, PDF & Email

Merck Nutricia, parte del Gruppo Danone e all’avanguardia nel settore della nutrizione medica, stringono una collaborazione e uniscono le rispettive competenze specialistiche per sensibilizzare e informare i professionisti della salute sul tema della nutrizione clinica nel paziente oncologico. 

Si tratta di un argomento di grande importanza: la perdita di peso e di massa/forza muscolare a seguito di problemi nutrizionali è infatti una delle complicanze più comuni nel paziente oncologico. Uno studio osservazionale italiano, condotto su 22 centri e 1.952 pazienti, ha rilevato una prevalenza di malnutrizione o rischio nutrizionale nel 51% della popolazione già al momento della diagnosi. E per alcune tipologie di tumori, come quelli del distretto gastro-enterico, si raggiungono picchi dell’80%. Inoltre, un altro studio internazionale rileva che una elevata percentuale dei pazienti oncologici in ospedale è malnutrito sia all’ingresso che alla dimissione: tale condizione porta a una maggiore durata della degenza e maggiori costi per il Servizio Sanitario Nazionale.

Lo status nutrizionale peggiora progressivamente durante il percorso del paziente, impattando negativamente su indicatori clinici quali sopravvivenza e complicanze post-operatorie, oltre che sulla qualità della vita, sulla tossicità e  sull’aderenza alle chemio e/o radioterapie. Grazie a screening precoce e all’utilizzo di trattamenti nutrizionali specifici, lo status nutrizionale e funzionale del paziente oncologico può essere migliorato, con un impatto positivo sulla probabilità di sopravvivenza e sulla qualità della vita.

Per affiancare gli oncologi nel perseguimento di questo obiettivo, Merck e Nutricia collaboreranno per arricchire il sito dedicato ai professionisti della salute Medimerck con contenuti informativi digitali ad hoc, come articoli scientifici commentati, video, infografiche, linee guida e tool interattivi. Il progetto informativo si svilupperà attorno a macro-temi quali: la perdita di massa muscolare, l’importanza dello screening del rischio nutrizionale e i tool a disposizione per la diagnosi precoce.

“Essere accanto al paziente oncologico – dichiara Antonio Messina, a capo del business farmaceutico di Merck in Italia – significa impegnarsi perché egli possa raggiungere il migliore stato di salute possibile nella sua condizione. È importante guardare al benessere delle persone affette da tumore in senso ampio. La malnutrizione e il rischio nutrizionale sono problemi che gli oncologi devono tenere in grande considerazione ed affrontare con impegno e riteniamo perciò importante dedicare una specifica attenzione a questi temi sul nostro sito dedicato ai professionisti della salute, grazie alla collaborazione con un partner specializzato come Nutricia”.

“Questa collaborazione con Merck ci trova alleati per la salute del malato oncologico – commenta Fabrizio Gavelli, General Manager Danone Specialized Nutrition Sud Europa. Nutricia, grazie ad una ricerca all’avanguardia, si impegna da sempre per una nutrizione specifica a sostegno dei momenti di fragilità e vulnerabilità nel corso della vita. Sono convinto che insieme a Merck possiamo accrescere la consapevolezza dei medici sul ruolo determinante della nutrizione medica nel percorso di cura del paziente oncologico.”

Share Button