Print Friendly, PDF & Email

amd Consultazione rapida dei dati clinici per gli specialisti che operano nei Centri di diabetologia, progressivo miglioramento dei servizi offerti alle persone che convivono con il diabete, maggiore contributo alla sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale. Sono questi i principali obiettivi del progetto di miglioramento della qualità del dato e di alfabetizzazione digitale nell’utilizzo delle cartelle cliniche informatizzate promosso da AMD – Associazione Medici Diabetologi, con il contributo non condizionante dell’azienda farmaceutica Sanofi, che toccherà 14 regioni.
Sono oltre 320 in tutta Italia i centri diabetologici che aderiscono agli Annali AMD, quasi la metà di quelli operanti sul territorio nazionale, che raccolgono ed elaborano i dati relativi a più di 500mila persone con diabete.
Il diabete è una patologia metabolica che interessa quasi 3,5 milioni di persone in Italia e oltre 334 mila in Campania, secondo i dati ISTAT 2012 rielaborati dal Centro Studi AMD. La sua corretta gestione si basa sul monitoraggio costante dei livelli di glicemia ed emoglobina glicata – i due parametri fondamentali per il controllo del diabete –, e dell’andamento di informazioni relative a possibili complicanze correlate alla patologia, e prevede visite specialistiche periodiche.
Le cartelle cliniche informatizzate si sono progressivamente diffuse presso i Centri di diabetologia italiani e oggi, là dove il loro utilizzo è sistematico e corretto, vi è un evidente contributo al miglioramento della diagnosi di diabete e dell’assistenza integrata ai pazienti da parte dei centri, con ricadute positive sulla gestione clinica, sul monitoraggio, sull’appropriatezza terapeutica, sull’aderenza del paziente alla terapia e sulla prevenzione del rischio di complicanze collegate al diabete. Tutti fattori che, nel lungo periodo, possono contribuire ad avere un quadro sempre più preciso sulla qualità della assistenza nel nostro Paese e ad una maggiore sostenibilità del nostro Sistema Sanitario Nazionale.
Sanofi sponsorizza dal 2013 la cartella clinica informatizzata attualmente più diffusa, di proprietà di Meteda Srl. Da quest’anno supporta inoltre l’importante progetto di alfabetizzazione digitale rivolto a medici ed infermieri dei Centri di diabetologia, con l’obiettivo di garantire una formazione pratica ‘a tutto tondo’ sul corretto inserimento dei dati nella cartella clinica informatizzata del paziente affetto da diabete e sulla compilazione delle singole schede che la compongono.
Esistono oggi già condizioni ove la connessione fra paziente e team diabetologico è diretta grazie alle potenzialità offerte dalla Rete. La continua evoluzione delle nuove tecnologie, in un futuro prossimo, potrà far divenire questa una realtà che interesserà sempre più pazienti. In questo modo il paziente sarà coinvolto in prima persona nella gestione della propria condizione e si instaurerà una relazione immediata tra team specialistico ed assistito.