Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Gilead Sciences ha annunciato i risultati delle operazioni per il primo trimestre 2021.
“Abbiamo compiuto notevoli progressi in questo primo trimestre, con la nostra nuova partnership con Merck nelle terapie per l’HIV a lunga durata d’azione, due indicazioni recentemente approvate negli Stati Uniti per Trodelvy nel carcinoma mammario triplo negativo metastatico e nel carcinoma uroteliale metastatico e l’aggiunta di Hepcludex al nostro portafoglio”, ha affermato Daniel O’Day, Presidente e Amministratore delegato di Gilead Sciences. “Il 2021 è un anno fondamentale per Gilead, con traguardi chiave in tutti i nostri portafogli di virologia e oncologia. Non vediamo l’ora di far avanzare la nostra pipeline di terapie promettenti nei prossimi mesi “.

Il fatturato totale del primo trimestre 2021 di 6,4 miliardi di dollari è aumentato del 16% rispetto allo stesso periodo del 2020, principalmente a causa delle vendite di Veklury, della crescita della terapia cellulare con Yescarta e del lancio negli Stati Uniti di Tecartus nel terzo trimestre 2020, il riconoscimento del primo trimestre completo delle vendite di Trodelvy e della crescita del virus dell’epatite B con Vemlidy. L’utile diluito per azione è aumentato del 12% a 1,37 dollari per il primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, principalmente guidato dalla crescita dei ricavi, parzialmente compensata dalle rettifiche della perdita di valore equo relative alla partecipazione di Gilead in Galapagos NV e minori interessi attivi. L’EPS diluito non GAAP è aumentato del 24% a 2,08 dollari per il primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, principalmente a causa del reddito operativo più elevato e dell’aliquota fiscale effettiva inferiore, compensati da un reddito da interessi inferiore. Al 31 marzo 2021, Gilead aveva 6,2 miliardi di dollari in contanti, equivalenti di liquidità e titoli di debito negoziabili rispetto ai 7,9 miliardi di dollari al 31 dicembre 2020. Durante il primo trimestre del 2021, Gilead ha generato 2,6 miliardi di dollari di flusso di cassa operativo. Durante il primo trimestre 2021, Gilead ha rimborsato 1,3 miliardi di dollari di debito, utilizzato 1,3 miliardi di dollari in acquisizioni, al netto della liquidità acquisita, pagato dividendi in contanti per 917 milioni e utilizzato 309 milioni di dollari in riacquisti di azioni ordinarie. Performance di vendita del prodotto Le vendite totali di prodotti nel primo trimestre 2021 sono aumentate del 16% a 6,3 miliardi di dollari rispetto allo stesso periodo del 2020. Le vendite totali di prodotti escluso Veklury sono diminuite dell’11% a 4,9 miliardi di dollari per il primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, con il contributo del lancio di nuovi prodotti come Tecartus e Trodelvy compensano, come previsto, la perdita di esclusività di Truvada e Atripla negli Stati Uniti e gli impatti correlati alla pandemia COVID-19 nel virus dell’HIV e dell’epatite C. Le vendite di prodotti per l’HIV sono diminuite del 12% a 3,7 miliardi di dollari per il primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, riflettendo la prevista perdita di esclusività di Truvada e Atripla negli Stati Uniti, oltre alle dinamiche di inventario dei canali, tra cui COVID-19 correlata alla pandemia stoccaggio nel primo trimestre 2020. Le vendite di Biktarvy sono aumentate dell’8% anno su anno nel primo trimestre 2021, riflettendo i robusti guadagni della quota di mercato nei mercati principali e parzialmente compensati dalle dinamiche delle scorte di canale. Le vendite di Descovy sono diminuite del 22% su base annua nel primo trimestre 2021, guidate dal prezzo di vendita netto medio inferiore e dalle dinamiche dell’inventario del canale, tra cui lo stock correlato alla pandemia COVID-19 nel primo trimestre 2020, oltre a gli effetti correlati alla pandemia COVID-19 in corso sul mercato della profilassi pre-esposizione. Le vendite di Truvada e Atripla sono diminuite del 67% anno su anno a 135 milioni di dollari e 31 milioni di dollari, rispettivamente, nel primo trimestre 2021, a seguito della perdita di esclusività negli Stati Uniti nell’ottobre 2020. Le vendite di prodotti HCV sono diminuite del 30% a 510 milioni di dollari per il primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020. I volumi di vendita sono stati influenzati da minori inizi di pazienti negli Stati Uniti e in Europa associati alla pandemia COVID-19.

Le vendite di prodotti HBV e virus dell’epatite delta sono aumentate del 18% a 220 milioni di doillari per il primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020. Le vendite di Vemlidy sono aumentate del 33% nel primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020. Hepcludex ha contribuito con 6 milioni di dollari di vendite in seguito all’acquisizione da parte di Gilead di MYR, rappresentando un trimestre parziale delle vendite. Le vendite di prodotti per la terapia cellulare sono aumentate del 36% a 191 milioni di dollari per il primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020. Le vendite di Yescarta sono aumentate a 160 milioni di dollari nel primo trimestre 2021, riflettendo una maggiore diffusione e espansione geografica in Europa. Le vendite di Tecartus sono state di $ 31 milioni per il primo trimestre 2021 poiché le attività di lancio continuano a crescere negli Stati Uniti. Le vendite di Trodelvy per il primo trimestre 2021 sono state di 72 milioni di dollari, rappresentando il primo trimestre completo delle vendite per Gilead. Le vendite di Veklury sono state di 1,5 miliardi di dollari per il primo trimestre 2021. Le vendite di Veklury sono generalmente influenzate dai tassi di infezioni, ricoveri e vaccinazioni correlati a COVID-19. Le vendite di altri prodotti sono diminuite del 13% a 241 milioni di dollari per il primo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020. Le vendite di Letairis e Ranexa sono diminuite nel primo trimestre 2021, come previsto, poiché la concorrenza dei generici continua a guadagnare quote dopo la perdita dell’esclusività nel 2019.

Share Button