Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno, con l’avvicinarsi della Primavera, la LILT-Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori presenta la XX edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, campagna di sensibilizzazione, istituita con decreto dell’allora Presidente del Consiglio, volta a diffondere la cultura della prevenzione e l’importanza di adottare un corretto stile di vita per tenere lontano il cancro.

Volti della campagna 2021, Davide Oldani, chef e inventore della cucina POP, una cucina basata sulla semplicità e su materie prime di qualità, esempio di uno stile alimentare gustoso ma soprattutto salubre, e Demetrio Albertini, una vita consacrata allo sport, per lavoro e per passione, dirigente sportivo e, prima, campione indimenticabile ovunque nel mondo sul campo da calcio. Due eccellenze che si fanno portavoce di queste semplici ma preziosissime regole: alimentarsi correttamente, praticare attività sportiva, dire no al fumo, limitare l’alcol, esporsi al sole con moderazione e sottoporsi a controlli clinico-sanitari periodici. Questo il messaggio che porta con sé la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, il cui simbolo da sempre, non a caso, è l’olio extra vergine di oliva italiano, re della dieta mediterranea e amico della nostra salute.

“Questo del tutto particolare storico momento socio-economico-sanitario sta insegnando a ciascuno di noi come la tutela della salute sia la cosa più preziosa che abbiamo. Salute che dipende in larga parte dalle scelte che compiamo ogni giorno, a partire dai piccoli gesti della vita quotidiana – è la riflessione del Presidente Nazionale della LILT Francesco Schittulli – dall’importanza di cosa mettiamo nel piatto, sino all’inserimento dell’attività fisica nelle nostre abitudini, al pari dello spegnere definitivamente la sigaretta e ricordarsi di sottoporsi a periodiche visite specialistiche di controllo. Possiamo fare moltissimo per allontanare il rischio cancro e vivere meglio. Basti solo pensare che oltre il 40% dei tumori sarebbe evitabile semplicemente adottando un corretto stile di vita, soprattutto a tavola. Il crescente fenomeno dell’obesità, ad esempio, è strettamente correlato all’insorgenza di tumori, oltre che di tante altre patologie ed i recenti studi – conclude Schittulli – hanno evidenziato come il sovrappeso sia direttamente proporzionale ad una prognosi negativa, con maggiore rischio di mortalità nelle persone affette da Covid-19”.

In questo momento così difficile per tutto il sistema sanitario, LILT continua a rimanere al fianco di chi lotta contro il cancro e ad impegnarsi quotidianamente per diffondere la cultura della prevenzione come prima arma per tenere lontana la malattia. Con la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica LILT invita, quindi, la cittadinanza a non trascurare o rimandare i controlli. Presso gli ambulatori LILT, circa 400 in tutta Italia, è possibile prenotare visite di prevenzione in senologia, ginecologia, endocrinologia, pneumologia, gastroenterologia e dei tumori della pelle.
Rimane inoltre sempre attivo il numero verde SOS LILT 800 998877: voci di esperi potranno supportare e indirizzare chi chiama in cerca di aiuto per smettere di fumare, assistere un famigliare malato, conoscere i propri diritti come paziente, ricevere informazioni su come adottare uno stile di vita più salutare o individuare l’ambulatorio LILT più vicino.

La Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica è realizzata in partnership con FNOMCeO, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, ANCIAssociazione Nazionale Comuni Italiani, CONIComitato Olimpico Nazionale Italiano, CIAAgricoltori Italiani e l’Associazione CITTÀ DELL’OLIO.

Share Button