Print Friendly, PDF & Email

Una piattaforma online dedicata ai radioterapisti che operano negli ospedali della Lombardia che consente di condividere informazioni sui casi clinici e di potersi confrontare, attraverso un sistema di video-consulto, con i medici esperti in adroterapia, forma avanzata di radioterapia indicata per i tumori non operabili o resistenti ai raggi X: è stata creata dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica in collaborazione con AIRO LombardiaCODRAL.

La piattaforma, che prende il nome di “Network CNAO e RAdioterapie Lombarde – CNAORAL-NET”, ha l’obiettivo di agevolare il confronto tra i radioterapisti e di favorire l’accesso dei pazienti oncologici alle terapie più avanzate e più indicate.

Attraverso la piattaforma telematica CNAORAL-NET, che è già attiva ed è disponibile su https://fondazionecnao.it/home-area-medici, i radioterapisti oncologi che operano in Lombardia, potranno valutare, per esempio, insieme ai radioterapisti oncologi di CNAO quando è opportuno inserire nei percorsi di cura l’adroterapia, tecnica radioterapica disponibile in 5 Paesi al mondo e coperta dal Servizio Sanitario Nazionale che prevede l’utilizzo di protoni e ioni carbonio, particelle pesanti in grado di colpire con forza radiobiologica e precisione i tumori difficili da trattare.

Ogni anno sono oltre 174.000 i pazienti oncologici trattati in Italia con radioterapia. Di questi, 32.000 sono trattati nei 35 centri radioterapici presenti in Lombardia, dove operano 340 radioterapisti oncologi.

Ester Orlandi, direttore del Dipartimento clinico del CNAO, osserva: “Il confronto costante tra oncologi radioterapisti è essenziale per individuare per ogni paziente il percorso di cura più indicato che tenga conto delle evidenze scientifiche e delle possibilità tecnologiche della radioterapia. L’obiettivo finale è una radioterapia personalizzata e di precisione”.

Sandro Tonoli, presidente di AIRO Lombardia: “Il progetto CNAORAL-NET permette la presentazione da parte dell’oncologo radioterapista di casi, individuati dai gruppi multidisciplinari operanti nei vari centri lombardi e candidati a radioterapia, che potrebbero avere un beneficio clinico dall’utilizzo della adroterapia per le caratteristiche cliniche. Questa possibilità offre l’appropriato accesso a un ulteriore strumento terapeutico, che si affianca a quelli già disponibili e utilizzati quotidianamente nei centri radioterapici, nel trattamento dei tumori del distretto capo-collo”.

Mauro Filippo Palazzi, presidente del CODRAL: “Questo progetto consentirà fra l’altro di semplificare ed ottimizzare il percorso dei tanti pazienti potenzialmente candidati ad un trattamento radioterapico complesso: lunghe ricerche e viaggi anche impegnativi di pazienti e familiari potranno essere sostituiti da un confronto diretto fra gli specialisti curanti locali e gli specialisti di CNAO, per una migliore gestione complessiva delle persone ammalate e un migliore utilizzo di questa preziosa risorsa terapeutica”.

Gli oncologi radioterapisti lombardi possono accedere alla piattaforma digitale dopo essersi registrati nell’area riservata ai medici del sito di CNAO: https://fondazionecnao.it/home-area-medici

Successivamente è possibile prenotare gratuitamente un video-consulto con un radioterapista oncologo del CNAO. Dopo la conferma dell’appuntamento la piattaforma mette a disposizione dei medici un’interfaccia per la condivisione sicura e riservata dei documenti clinici dei pazienti.

Share Button