Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Un approccio multidisciplinare per mettere in connessione competenze e professionalità diverse in grado di contribuire alla crescita di un settore che, seppur impegnato in prima linea nell’emergenza sanitaria, è per natura orientato al futuro. Con questa mission si terrà il 2 e 3 luglio 2021 al Centro Congressi Palaexpo di Veronafiere la seconda edizione di Innovabiomed, il network place per l’innovazione biomedica. L’evento, organizzato da Veronafiere in collaborazione con distrettobiomedicale.it., si svolgerà totalmente in presenza, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. 

La pandemia ha evidenziato l’importanza della salute come valore irrinunciabile, dimostrando la resilienza di un settore in rapida trasformazione che deve essere in grado di dare risposte rapide ed efficaci a problematiche urgenti. Il Covid-19 è stato da un lato un acceleratore del cambiamento e dall’altro ha portato a inevitabili rallentamenti in alcuni ambiti del sistema sanitario. È giusto chiedersi ora come superare la logica dell’emergenza guardando alle sfide del medio e lungo periodo e come fare tesoro di quanto accaduto, sostenendo l’innovazione. Attraverso lo scambio di esperienze fra l’area medico-scientifica e quella aziendale, Innovabiomed rappresenta un’occasione utile per guardare alle prossime sfide del settore con ottimismo e fare luce sulle innovazioni già applicabili.

Il programma della due giorni prevede convegni, tavole rotonde, workshop e un’area business con la presenza di aziende altamente innovative. 20 gli appuntamenti in calendario con oltre 100 relatori fra i massimi esperti del settore, dal campo della ricerca a quello della produzione. A Innovabiomed verranno presentate alcune delle più interessanti innovazioni in campo biomedico, fra cui: soluzioni per stampa 3d e bio-printing, sistemi per la visualizzazione e l’analisi dei dati clinici, tecnologie per l’ortopedia e la riabilitazione ma anche soluzioni avanzate per la progettazione e la prototipazione di dispositivi medicali. Digital health, medicina rigenerativa, robotica, intelligenza artificiale, teranostica e oncologia di precisione, sono solo alcuni dei temi che verranno affrontati nel corso dei diversi momenti di approfondimento. Non mancheranno appuntamenti dedicati ad aspetti di carattere economico, legale e finanziario e focus su intelligenza artificiale, telemedicina e gestione dei big data. Diversi poi i progetti di ricerca internazionale che verranno presentati e che sono destinati a diventare le innovazioni di domani.

Fra gli ospiti dell’evento: Carlo Calenda, Membro della Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia del Parlamento Europeo; Mauro Ferrari, presidente e ceo Dxt Inc. e professore di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Washington;  Maria Cristina Messa, Ministro dell’Università e della Ricerca; Walter Ricciardi, Professore Ordinario di Igiene e Sanità Pubblica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Consigliere Scientifico del Ministro della Salute per la pandemia da coronavirus, Direttore Scientifico ICS Istituti Clinici Scientifici Salvatore Maugeri, Presidente della World Federation of Public Health Associations, Presidente del Mission Board for Cancer della Commissione europea; Pierpaolo Sileri, Sottosegretario al Ministero della Salute; Erika Stefani, Ministro per le Disabilità.

Il Premio Innovabiomed, del valore di 10mila euro, verrà assegnato dal Comitato scientifico alla realtà più innovativa fra quelle presenti all’evento, con particolare attenzione alle giovani imprese.

Innovabiomed è patrocinato da Regione Veneto, Provincia di Verona, Comune di Verona, Università di Verona, Università di Padova, Ordine Nazionale dei Biologi, Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri del Veneto. Partner di Innovabiomed sono Confindustria Dispositivi Medici e Confimi Industria Sanità. Partner organizzativo è RPM Media.

La manifestazione è stata presentata oggi a Veronafiere da Maurizio Danese, presidente Veronafiere; Massimiliano Boggetti, presidente Confindustria Dispositivi Medici; Massimo Pulin, presidente Confimi Industria Sanità; Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere; Carlo A. Adami, chirurgo vascolare, ideatore di Innovabiomed e presidente del Comitato Scientifico dell’evento; Gino Gerosa, membro del Comitato Scientifico di Innovabiomed, professore ordinario di Cardiochirurgia della Facoltà di Medicina dell’Università di Padova, direttore del Centro di Cardiochirurgia e del Programma Trapianto di cuore e Assistenza Meccanica dell’Azienda Ospedaliera-Università di Padova, past president della Società Italiana di Chirurgia Cardiaca; Alberto Nicolini, editore di distrettobiomedicale.it e co-organizzatore dell’evento, e Giampaolo Tortora, membro del Comitato Scientifico di Innovabiomed, professore ordinario di Oncologia Medica della Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e direttore del Cancer Center e della Oncologia Medica della Fondazione Policlinico Universitario Gemelli IRCCS.

Share Button