Fiere ed eventi

Concluso il Congresso Nazionale AMCLI di Rimini

“La strada per il futuro della microbiologia passa necessariamente attraverso la riorganizzazione dei laboratori in funzione ai bisogni della nuova sanità e il confronto con le altre discipline mediche. Sapremo assicurare ai pazienti una diagnosi e cura più accurate se manterremo il ruolo centrale del laboratorio e supereremo, anche grazie alle innovazioni tecnologiche, gli effetti della progressiva riduzione degli organici nel mondo della sanità. Su questo, a metà dicembre, il Consiglio direttivo AMCLI approverà le nuove linee di indirizzo per la riorganizzazione su base territoriale dei laboratori di Microbiologia”. È quanto dichiarato da Pierangelo Clerici, Presidente AMCLI e Direttore dell’Unità Operativa di Microbiologia dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Ovest milanese in chiusura dei lavori del XLVII Congresso Nazionale di AMCLI chiusosi l’altrieri a Rimini.
Quattro giorni di acceso confronto sulle grandi sfide che attendono la Microbiologia nei prossimi anni. “Le sfide non mancano, sia sul versante clinico sia su quello politico. Ma il successo di partecipazione e di tematiche di nuova frontiera che abbiamo discusso, confermano quanta vitalità e positività animino la nostra professione‎” ha ricordato Clerici.
Proprio sul versante dei giovani microbiologi del futuro nel corso del Congresso sono stati premiati i 3 migliori lavori tra gli oltre 270 presentati nella sessione poster, curata da giovani che si stanno affermando nel mondo della ricerca in Microbiologia.
Si tratta delle microbiologhe Camilla Riva, della Emerging Bacterial Pathogenes Unit, S. Raffaele Scientific Institute, Milano con il Poster 128 che illustra la caratterizzazione di un modello murino di infezione cronica respiratoria con il Mycobacterium abscessus; Chiara Ceresa, del Department of Pharmaceutical Science, Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, Novara con il Poster 160 che spiega come avviene l’inibizione dell’adesione di specie di Candida non-albicans su silicone medicale mediante ricoprimento con biosurfattante microbico R89 e Giulia Piccirilli, del Laboratorio di Virologia, Unità Operativa di Microbiologia, Policlinico S. Orsola-Malpighi, Università di Bologna, con il Poster 230 dedicato allo studio del meccanismo di patogenesi del danno neurologico correlato all’infezione fetale da Citomegalovirus umano evidenziando come l’ippocampo sia l’area cerebrale maggiormente interessata dalla replicazione virale.
Proprio in occasione del Congresso Nazionale di Rimini, e per contribuire maggiormente ad una corretta informazione sui grandi temi della salute e della sanità, AMCLI ha aperto la sua pagina social su Facebook, attraverso la quale saranno resi accessibili a tutti gli interessati materiali, interviste e approfondimenti sui grandi temi della microbiologia discussi durante il Congresso.

More from Fiere ed eventi

Web e digitale in ambito sanitario: fake news e conoscenze tecnologiche ridotte le principali preoccupazioni degli endocrinologi millenials

Il web e il digitale possono fornire un valido supporto ai professionisti delle salute ma si richiede un intervento strutturato delle istituzioni per bloccare fake news e false credenze: questo uno degli spunti emersi durante l’advisory board “eHealth nel GH: … Per saperne di più