Print Friendly, PDF & Email

Vertex Pharmaceuticals ha annunciato che in uno studio proof-of-concept di fase 2, VX-864 ha ottenuto aumenti rapidi, coerenti e statisticamente significativi dei livelli medi di alfa-1 antitripsina funzionale da 2,2 a 2,3 micromolare da basale nelle persone con deficit di alfa-1 antitripsina con genotipo PiZZ, in tre gruppi di dosaggio di VX-864 rispetto al placebo. VX-864 è stato generalmente ben tollerato nello studio di Fase 2. Questi dati forniscono una chiara evidenza che un correttore orale di piccole molecole progettato per promuovere il corretto ripiegamento della proteina Z-AAT mutante può aumentare i livelli plasmatici di fAAT nei pazienti con AATD. Sebbene i risultati forniscano una prova del meccanismo, è improbabile che l’entità dell’effetto del trattamento osservato in questo studio si traduca in un beneficio clinico sostanziale. In quanto tale, Vertex non farà avanzare VX-864 nello sviluppo in fase avanzata e invece farà avanzare ulteriori nuovi correttori di piccole molecole con il potenziale per una maggiore efficacia clinica nella clinica. Questo comunicato stampa presenta contenuti multimediali.

“Questa è la prima volta che il dosaggio di una piccola molecola correttore della proteina Z-AAT ha portato ad aumenti significativi dei livelli sia funzionali che antigenici di AAT nelle persone con AATD. Siamo incoraggiati dalla netta separazione dei livelli di AAT nei gruppi trattati con VX-864 rispetto al placebo e dal profilo di sicurezza favorevole”, ha affermato Carmen Bozic, Vicepresidente esecutivo, Global Medicines Development and Medical Affairs e Chief Medical Officer di Vertex. “Sulla base di questi risultati, rimaniamo impegnati nello sviluppo di trattamenti trasformativi per l’AATD e stiamo lavorando con urgenza per tradurre gli insegnamenti di questo studio per ottimizzare la prossima serie di correttori di piccole molecole in modo da poter realizzare appieno il potenziale che questa classe di molecole può tenere per le persone che vivono con questa malattia”. Risultati di efficacia Lo studio ha raggiunto il suo endpoint primario, con tutti i gruppi di dosaggio di VX-864 che hanno dimostrato aumenti altamente statisticamente significativi dei livelli plasmatici di fAAT rispetto al basale rispetto al placebo al giorno 28 di trattamento. Il trattamento con VX-864 ha determinato un aumento medio da 2,2 a 2,3 micromolare dei livelli di fAAT nei tre gruppi di dosaggio studiati rispetto al placebo. Tutti i gruppi di dosaggio hanno mostrato un rapido aumento della fAAT al giorno 7 che è stato sostenuto per 28 giorni di trattamento. Sono stati osservati aumenti statisticamente significativi simili nei livelli di AAT antigenico rispetto al placebo, con un aumento medio da 2,7 a 3,5 micromolare nei tre gruppi di dosaggio studiati. I livelli plasmatici di fAAT sono tornati ai valori basali, nel periodo di follow-up di sicurezza di 28 giorni successivo all’interruzione di VX-864, coerentemente con l’emivita della proteina AAT nativa e confermando ulteriormente l’attività biologica di VX-864.

Share Button