Print Friendly, PDF & Email

Gilead Sciences ha annunciato i migliori risultati dello studio di fase 2/3 CAPELLA che valuta l’inibitore del capside dell’HIV-1 a lunga durata d’azione dell’azienda, lenacapavir, in persone con molta esperienza di trattamento con HIV-1 multiresistente infezione. Lo studio ha rilevato che l’88% dei partecipanti che hanno ricevuto lenacapavir ha sperimentato una riduzione di almeno 0,5 log10 della carica virale dell’HIV-1 entro la fine di 14 giorni di monoterapia funzionale rispetto al 17% di coloro che hanno ricevuto placebo. “Le opzioni di trattamento che affrontano le complesse esigenze delle persone con molta esperienza di trattamento che vivono con l’HIV multiresistente rimangono un bisogno significativo non soddisfatto. Lenacapavir, un nuovo inibitore sperimentale del capside che viene valutato per essere somministrato per via sottocutanea ogni sei mesi, rappresenta un potenziale progresso sostanziale nel campo del trattamento dell’HIV “, ha osservato Diana Brainard, Vicepresidente senior e Responsabile dell’area terapeutica virologica, Gilead Sciences. “Non vediamo l’ora di condividere i dati dal follow-up a lungo termine dei partecipanti allo studio CAPELLA il prossimo anno e di presentare questi dati per l’approvazione normativa”. Lenacapavir è in fase di sviluppo come componente di un regime a lunga durata d’azione in combinazione con altri agenti antiretrovirali per il trattamento dell’infezione da HIV-1. Se approvato, lenacapavir sarebbe il primo inibitore del capside dell’HIV disponibile per il trattamento dell’infezione da HIV-1. Nel maggio 2019, la FDA ha concesso la designazione di terapia rivoluzionaria per lo sviluppo di lenacapavir per il trattamento dell’infezione da HIV-1 in pazienti con forte esperienza di trattamento con resistenza multipla in combinazione con altri farmaci antiretrovirali. In CAPELLA, 36 adulti con resistenza ai farmaci anti-HIV multi-classe e una carica virale rilevabile durante un regime fallimentare sono stati randomizzati 2: 1 per ricevere lenacapavir orale o placebo per 14 giorni, oltre a continuare il loro regime fallimentare. Delle 24 persone randomizzate al gruppo lenacapavir, la carica virale basale mediana era di 4,2 log10 copie/mL e il 67% aveva una conta dei CD4 inferiore a 200 cellule/ul. Una percentuale maggiore statisticamente significativa di partecipanti che ricevevano lenacapavir ha soddisfatto l’endpoint primario di una riduzione della carica virale di almeno 0,5 log10 copie/mL dal basale rispetto a quelli che ricevevano placebo alla fine del periodo di monoterapia funzionale di 14 giorni. Inoltre, il gruppo lenacapavir ha ottenuto una variazione media maggiore statisticamente significativa della carica virale rispetto al gruppo placebo. Lenacapavir è risultato generalmente sicuro e ben tollerato, senza eventi avversi gravi correlati al farmaco in studio osservati e senza interruzioni del farmaco in studio per nessun motivo durante il periodo di 14 giorni, comprese interruzioni dovute a eventi avversi. Gli eventi avversi più comuni osservati in questa parte dello studio includono gonfiore al sito di iniezione e noduli al sito di iniezione, la maggior parte dei quali era di grado 1 o 2 di gravità. “C’è un bisogno urgente e critico di opzioni di trattamento innovative per le persone che vivono con l’HIV che hanno opzioni di trattamento limitate e non sono in grado di mantenere la soppressione virologica nella loro terapia attuale, sia per le sfide che aderiscono a un regime complesso o per le mutazioni dell’HIV che causano resistenza ai farmaci “, Ha affermato Edwin DeJesus, Direttore medico, Orlando Immunology Center. “I risultati iniziali dello studio CAPELLA dimostrano che lenacapavir ha portato a un rapido declino della carica virale in persone con esperienza di trattamento pesante con resistenza multipla che convivono con l’HIV. Questa risposta clinica potrebbe potenzialmente avere un impatto importante sui singoli pazienti e sulla salute pubblica”.

Dopo il periodo di monoterapia funzionale di 14 giorni dello studio, a tutti i partecipanti viene offerto lenacapavir in aperto aggiunto a un regime di base ottimizzato. Questo periodo di mantenimento in corso dello studio valuta la somministrazione sottocutanea di lenacapavir ogni sei mesi, nonché la sicurezza e l’efficacia di lenacapavir oltre a un regime di base ottimizzato alle settimane 26 e 52. Lenacapavir è un composto sperimentale e non è approvato da alcuna autorità di regolamentazione per alcun uso e la sua sicurezza ed efficacia non sono note. Non esiste una cura per l’HIV o l’AIDS.

Share Button