Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Parte dall’ambito territoriale di Lucca la rivoluzione dei servizi digitali per i nuovi nati e del libretto pediatrico digitale.

Il progetto, che va incontro alle esigenze dei genitori dei bambini venuti alla luce nei punti nascita di Lucca e Barga e che verrà presto esteso a tutti gli altri ospedali del territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa all’ospedale “San Luca” di Lucca.

Grazie al nuovo software “VPNascite” viene infatti sviluppato il primo progetto di dematerializzazione del percorso nascita, con tutta una serie di nuovi servizi che permettono ad esempio che la dichiarazione di nascita e l’attestazione di avvenuta nascita siano entrambi generati, sottoscritti e conservati dalla USL in modalità completamente digitale e che questi due documenti siano inviati al comune di residenza attraverso strumenti informatici, mandando di fatto in pensione la raccomandata.

Verranno quindi introdotte nuove tecnologie, all’avanguardia nella gestione documentale, come ad esempio la firma grafometrica per i genitori, e ci sarà un collegamento anche con il Fascicolo Sanitario Elettronico.

Questo progetto, innovativo a livello nazionale, si inserisce nell’ambito delle azioni per la transizione al digitale che vede impegnato il dipartimento di staff del Direttore Generale diretto da Alessandro Iala in stretta collaborazione, in questo caso, con il dipartimento materno infantile diretto da Ugo Bottone e il dipartimento delle professioni infermieristiche ed ostetriche diretto da Mirco Gregorini e ancora più nello specifico con la responsabile delle Ostetriche a livello aziendale Cinzia Luzi.

Responsabili aziendali del progetto sono Riccardo Orsini per il dipartimento di staff e l’ostetrica Giulia Fantoni per il dipartimento infermieristico ostetrico. E’ stato inoltre costituito un gruppo di lavoro aziendale che si occupa dell’ottimizzazione delle funzionalità attivate e da sviluppare. Ne fanno parte, oltre ad Orsini e Fantoni, anche Antonio Gallo del dipartimento della prevenzione, Stefania Romboli del dipartimento dei servizi generali, Ugo Bottone, direttore del dipartimento materno infantile e Michela Maielli, coordinatrice della rete ospedaliera aziendale.

Oltre alla velocizzazione della registrazione all’anagrafe comunale sono previsti altri nuovi importanti servizi quali la sperimentazione del libretto pediatrico digitale e fruibile via web. Con questo progetto verrà creato un ambiente virtuale nel quale i genitori avranno la possibilità di inserire foto e documenti che quindi saranno visualizzabili ovunque tramite accesso sicuro e autorizzazione dei genitori stessi, inoltre è allo studio anche la possibilità di creare un’area per i pediatri così da consentire una gestione completamente digitale del libretto. Presente anche un servizio di prenotazione online dei vaccini con la creazione di un’agenda virtuale sulla quale i genitori potranno fare una scelta sui tempi della vaccinazione del proprio bimbo. Oltre a un nuovo servizio di alert per i genitori, tramite il quale l’Asl invierà un sms e una mail per ricordare ai genitori l’appuntamento ma anche gli obblighi vaccinali. Con questo nuovo servizio l’Azienda sanitaria conta di sensibilizzare i genitori in merito agli obblighi vaccinali e di fornirgli uno strumento che ricordi i vaccini da eseguire, soprattutto quando il loro bambino o la loro bambina è più grande.

Queste innovazioni entreranno in funzione gradualmente in tutti i punti nascita a partire dal primo trimestre 2020, consentendo così di gestire in maniera adeguata gli oltre 6000 parti annui che avvengono sul territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest.

L’introduzione di questi servizi in ambito pediatrico si inserisce nel quadro di una sanità in continuo sviluppo, che prevede una rapida transizione al digitale: dalla telemedicina al monitoraggio in tempo reale della disponibilità dei posti letto in ospedale, dalla digitalizzazione della sanità penitenziaria alla raccolta in un unico database degli oltre 20 milioni di documenti e immagini diagnostiche acquisiti dall’Azienda ogni anno, per metterli a disposizione dei medici su un’unica piattaforma.

Sono tutti servizi che l’Azienda USL Toscana nord ovest, all’avanguardia da questo punto di vista, ha già attivato sul proprio territorio o che sono in corso di sviluppo grazie agli investimenti in innovazione digitale, un campo destinato a rivoluzionare per sempre il mondo della sanità e i suoi sistemi organizzativi.

L’obiettivo è quello di rendere le attività sempre più a misura di cittadino e di paziente, facilitando anche il lavoro degli operatori. Questa finalità è perseguita informatizzando i processi e digitalizzando i percorsi, perché la transizione al digitale è il presupposto indispensabile per garantire servizi innovativi.

Share Button