Print Friendly, PDF & Email

Torna il contest Make to Care, ideato da Sanofi Genzyme per incoraggiare e supportare lo sviluppo di soluzioni innovative che rispondono ai bisogni delle persone che vivono con una disabilità. 

Due le novità di questa quarta edizione: il secondo Report sulla patient-innovation promosso da Fondazione Politecnico di Milano e realizzato da Polifactory, il makerspace del Politecnico di Milano e partner scientifico del contest, e l’ingresso dei due nuovi partner Venture Factory e Arrow Electronics Italia.

“Sono davvero orgoglioso che il quarto compleanno di Make to Care coincida con queste importanti novità,” commenta Enrico Piccinini, General Manager di Sanofi Genzyme. “Grazie al Report di ricerca nato in collaborazione con Polifactory e Fondazione Politecnico di Milano abbiamo messo in luce l’ampiezza dell’ecosistema della patient-innovation in ambito salute nel nostro Paese. Oggi portiamo a bordo due nuovi partner, Venture Factory e Arrow Electronics Italia, che potranno dare un contributo significativo alle idee dei maker che parteciperanno a Make to Care e renderanno il Contest un possibile trampolino di lancio per questi creativi, spesso giovanissimi, che si mettono in gioco per aiutare chi convive con la disabilità.”

Saranno i progetti candidati alla Call for maker di Maker Faire Rome – The European Edition entro il 24 giugno 2019, nella sezione “Salute e qualità della vita”, e che rispettino la filosofia del Contest a partecipare alla selezione di Make to Care. Tutti i progetti finalisti potranno beneficiare delle competenze apportate dai due nuovi partner, mentre per i due vincitori, decretati dal Comitato di valutazione durante la premiazione del prossimo 16 ottobre a Roma, in palio anche un’esperienza formativa finalizzata ad acquisire conoscenze e contatti per sviluppare ulteriormente le proprie idee.

Anche quest’anno vincitori e finalisti di Make to Care saranno insieme a Sanofi Genzyme alla Maker Faire Rome, che si terrà alla Fiera di Roma dal 18 al 20 ottobre.

Grazie alla collaborazione con Polifactory, partner tecnico-scientifico, e con il supporto di Fondazione Politecnico di Milano, Make to Careè oggi anche un progetto di ricerca sull’open-innovation e la manifattura digitale in ambito healthcare che nasce e si sviluppa anche fuori da ospedali, centri di ricerca, università ed è guidata da nuovi soggetti: start-up ma anche pazienti-innovatori che spesso collaborano con maker e fablab. Dopo il primo Report pubblicato nel 2017 è oggi disponibile una seconda mappatura di questo ecosistema. 

“Attraverso questo secondo Report proseguiamo l’analisi dell’Ecosistema Make to Care con un focus sulla dimensione imprenditoriale della patient innovation (ma non solo),” spiega Stefano Maffei, direttore di Polifactory e Responsabile Scientifico dell’attività di ricerca. “Per questo abbiamo sviluppato il MakeToCare Ladder, un modello originale di analisi che discute il processo di sviluppo di queste soluzioni, dall’idea al mercato, e con il quale l’innovazione in ambito healthcare, per dirsi davvero tale, deve necessariamente confrontarsi”.

Share Button