Print Friendly, PDF & Email

E’ in fase avanzata di realizzazione il nuovo distretto sanitario di Pontetetto a Lucca, che dovrebbe essere pronto già entro questa estate 2020.

A seguito del protocollo siglato con il Comune di Lucca nella primavera del 2017 è stato infatti firmato l’11 febbraio il preliminare di acquisto del nuovo presidio sanitario, che viene collocato in uno dei quartieri più densamente popolati della città e che diventerà un fondamentale punto di riferimento per la cittadinanza di tutta la zona sud-ovest.

Nella struttura di oltre 500 metri quadri avranno sede un centro diurno, che occuperà la maggior parte degli spazi, ed un presidio sanitario con tre ambulatori.

La struttura sarò completamente accessibile, moderna e tecnologica. La sede sarà ovviamente  costruita secondo i più alti criteri antisismici e dell’accreditamento sanitario, con tutti i locali dotati di ricambi d’aria e condizionamento. L’edificio sarà inoltre dotato di tutti gli apprestamenti previsti dalla normativa sul risparmio energetico.

L’investimento per l’Asl è di circa un milione di euro e viene finanziato per il 95% con fondi statali e per la quota restante con fondi aziendali.

Il percorso è stato portato avanti per l’Asl dalla Zona Distretto della Piana di Lucca guidata da Luigi Rossi insieme al Dipartimento tecnico e patrimonio diretto da Nicola Ceragioli.

“Con questo intervento – sottolinea il direttore generale dell’Azienda USL Toscana nord ovest Maria Letizia Casani – si concretizza un ulteriore significativo potenziamento dei servizi socio-sanitari a Lucca, insieme ad un notevole miglioramento qualitativo delle attività e ad una maggiore facilità di utilizzo da parte dei cittadini, vista l’ubicazione baricentrica della nuova sede. Ringrazio per la proficua collaborazione il Comune di Lucca ed esprimo la mia soddisfazione per il fatto che presto potremo offrire ai cittadini un nuovo centro socio-sanitario in grado di rispondere alle necessità della popolazione ed un centro diurno all’avanguardia di cui vorrei sottolineare l’importanza; infatti come Azienda, sempre di concerto con l’Amministrazione comunale, stiamo lavorando per lo sviluppo di questo tipo di servizi, che devono essere sempre più personalizzati, visto che i bisogni delle persone con disabilità e delle loro famiglie sono molto diversificati tra loro, oltre che complessi”.

“La realizzazione di distretto e centro diurno – evidenzia il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini – rappresenta un nuovo tassello di quella medicina di prossimità che ha il compito preciso di avvicinare i servizi al cittadino. E’ necessario offrire alla popolazione una serie di attività rispondenti al bisogno espresso dalla collettività ed in questo senso è fondamentale una medicina territoriale qualificata, integrata con la fase ospedaliera rivolta prevalentemente alla fase acuta.

Il fatto che la nuova struttura sia posizionata nel quartiere Giardino, che è stato oggetto di una complessiva opera di riqualificazione nel corso del nostro precedente  mandato è poi per noi ulteriore motivo di soddisfazione. Nello specifico sui centri diurni per disabili ci stiamo impegnando molto: oltre a quello che sorgerà a S. Concordio, stiamo lavorando per individuare altre sedi da dedicare al ‘Dopo di noi’ e una di queste sarà sicuramente a Sant’Anna, nell’altro distretto attualmente in fase di riqualificazione nell’ambito dei progetti Quartieri Social”.

Share Button