Diagnostica e analisi

aifm

Condivisa una strategia comune sulla nuova direttiva Euratom sulle radiazioni

Le più importanti società scientifiche italiane dell’area radiologica (AIFM-Associazione Italiana di Fisica Medica, AIMN-Associazione Italiana di Medicina Nucleare, AINR-Associazione Italiana di Neuroradiologia Diagnostica e Interventistica, AIRB-Associazione Italiana di Radiobiologia, AIRO-Associazione Italiana Radioterapia Oncologica, SIRM-Società Italiana di Radiologia Medica), hanno elaborato un documento di consensus sulla nuova direttiva Europea Euratom, che dovrà essere recepita entro febbraio del 2018.
Il documento è stato presentato dalle 6 Associazioni al Ministero della Salute con l’auspicio che possa risultare di aiuto agli organismi decisori durante l’iter di recepimento della Direttiva 2013/59/Euratom, una direttiva che apporterà importanti cambiamenti soprattutto nella corretta gestione del dato di esposizione del paziente.
È un documento fondamentale che si rivolge alle strutture sanitarie pubbliche e private e ai professionisti del settore evidenziando i passi più importanti inseriti nella Direttiva.
Obiettivo della consensus, tra le altre cose, è quello di produrre una sintetica descrizione di alcuni scenari che permettano di garantire la corretta gestione dei dati di esposizione per gli esami di diagnostica e il rilascio di corrette informazioni sull’esposizione del paziente.
“Siamo certi – hanno affermato Michele Stasi Presidente AIFM, Orazio Schillaci Presidente AIMN, Alberto Beltramello Presidente AINR, Riccardo Santoni Presidente AIRB, Elvio Russi Presidente Airo, Carmelo Privitera Presidente SIRM – che questo documento, che verrà aggiornato in funzione delle evoluzioni tecnologiche e dello sviluppo di nuove pratiche, rappresenti un momento importante sul tema delle esposizioni radiologiche. Crediamo che sia una base da cui partire e che possa supportare efficacemente i decisori durante il loro percorso di recepimento della direttiva”.

More from Diagnostica e analisi

Presentato a Cona il nuovo dispositivo a base di sensori di composti organici volatili per lo screening del cancro al colon-retto

SAMSUNG CSC

E’ stato presentato il progetto inerente il “Dispositivo a base di sensori di composti organici volatili per lo screening del cancro al colon-retto: validazione clinica, raccolta dati e loro disseminazione”. Il progetto è risultato vincitore di un cofinanziamento nel Piano … Per saperne di più

Autismo, è possibile riconoscerlo grazie all’intelligenza artificiale

autismo

Grazie a scansioni cerebrali fatte tra i sei mesi e i due ani di età, è possibile sostenere quali bambini mostreranno in futuro i comportamenti tipici dell’autismo. A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista Nature, secondo cui, grazie a … Per saperne di più

Al Galeazzi arriva l’apparecchio radiologico per ricostruire in 3D colonna vertebrale e articolazioni

eos2

All’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, al via una nuova attività legata a EOS, lo strumento radiologico che permette di studiare la colonna vertebrale e le articolazioni. Il professor Luca Sconfienza, direttore dell’Unità Operativa di Radiologia diagnostica per immagini e interventistica della … Per saperne di più

Sviluppata una nuova generazione di biosensori per lo screening a basso costo di marker diagnostici

barillaro_mariani_strambini

Sono il futuro della diagnostica clinica: parliamo di una nuova generazione di biosensori in silicio poroso nanostrutturato ultrasensibili e potenzialmente validi per lo screening a basso costo di marker tumorali o cardiaci. L’innovativa tecnologia è stata sviluppata dal gruppo di … Per saperne di più