Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Teva ha presentato in occasione del digital talk “Teva per te. Quando il design è al servizio della salute”, all’interno dell’edizione 2021 del Fuorisalone, la nuova veste grafica delle sue confezioni. Una grafica migliorata, ancora più chiara e in grado di facilitare la riconoscibilità dei farmaci, con l’obiettivo di favorirne un’assunzione ancora più corretta e consapevole.

Un’evoluzione importante quella che Teva ha messo a segno per le proprie confezioni e non affatto scontata, poiché stando ai dati Doxapharma i suoi confezionamenti erano già apprezzati e riconosciuti da tutti i target di riferimento, medici, farmacisti e pazienti. Ma è stato l’approccio fondato sul design thinking, con la progettualità quale leva preziosa di innovazione, a fare la differenza. Da lì la scelta dell’azienda di puntare sul Fuorisalone, tra gli appuntamenti più attesi e prestigiosi nel mondo del design su scala internazionale, quale piattaforma di lancio di un posizionamento inusuale in ambito farmaceutico.

“In Teva l’obiettivo che ci poniamo quotidianamente è quello di innovare per creare valore per i pazienti e per i nostri partner del sistema sanitario. E lo facciamo grazie all’ascolto di tutti quei bisogni insoddisfatti, non solo di oggi ma cercando anche di prevedere quelli di domani, perché i nostri stakeholder sono al centro di ogni nostra decisione” – afferma Hubert Puech d’Alissac, Amministratore Delegato Teva Italia – “Il miglioramento delle grafiche delle nostre confezioni nasce proprio da questa spinta continua ad innovare e a migliorare la vita di chi ci circonda, da sempre intrinseca nel DNA della nostra azienda, con l’obiettivo ultimo di permettere ai pazienti di avere una maggior comprensione e consapevolezza della terapia che assumono e quindi di favorirne una maggiore aderenza”.

Per realizzare questa evoluzione grafica, Teva ha deciso di partire quindi dall’ascolto diretto dei propri interlocutori. Grazie all’analisi dei risultati di una ricerca condotta su 4.000 persone in tutto il mondo, Teva ha potuto approfondire i bisogni di pazienti e operatori sanitari, che sono alla base della progettazione e della creazione della nuova grafica delle confezioni dei propri farmaci. Doxapharma poi, su richiesta di Teva Italia, ha condotto una ricerca su circa 400 medici, farmacisti e pazienti sul territorio italiano, per valutare le reazioni e le opinioni di fronte ai cambiamenti introdotti nella nuova grafica delle confezioni.
Dalle evidenze raccolte emerge che, per il target paziente, la confezione di un medicinale gioca un ruolo davvero fondamentale perché permette di riconoscereimmediatamente un determinato farmaco. Per 7 pazienti su 10 la confezione aiuta a sentirsi sicuri di gestire in maniera adeguata la propria terapia.

In linea con quanto espresso dai pazienti, anche il 90% di medici e farmacisti concorda nell’attribuire un ruolo chiave agli elementi grafici delle confezioni, che permette ai pazienti di identificare, richiedere e assumere correttamente il farmaco di cui hanno bisogno, ma non solo. Più dell’80% degli operatori sanitari ritiene anche che la confezione possa favorire l’aderenza terapeutica e l’appropriatezza d’uso, sia nell’utilizzo a casa che in ospedale, aspetto considerevole pensando alle conseguenze in termini non solo di salute pubblica, ma anche di sostenibilità per il Sistema Sanitario Nazionale. Inoltre per il farmacista ospedaliero, coinvolto nella dispensazione nei reparti o nella preparazione dei farmaci, l’aiuto nella corretta identificazione del farmaco significa anche una riduzione del rischio di errore e di sprechi.

Gli attuali confezionamenti Teva già registravano un importante gradimento da parte dei medici di medicina generale e dei farmacisti territoriali che gli assegnavano un voto di 8, su una scala da 1 a 10. Fare di meglio era sicuramente una sfida, che Teva ha saputo affrontare e vincere, come dimostrano i dati di Doxapharma: grazie alle nuove grafiche, infatti, Teva ha realizzato un ulteriore passo in avanti in termini di riconoscibilità e funzionalità.

Per il 75% dei pazienti ascoltati, infatti, le nuove grafiche sono più convincenti delle precedenti. Della stessa opinione sono anche gli operatori sanitari coinvolti nella ricerca: Per tutti e quattro i target, infatti, le grafiche delle nuove confezioni sono più chiare, più complete e più riconoscibili. Risultato coerente ed esemplificativo dell’approccio adottato da Teva, orientato al design thinking e fondato sull’ascolto.

“Milioni di pazienti in Italia assumono i farmaci Teva, quindi era fondamentale partire dalle loro esigenze, insieme a quelle di medici e farmacisti, per sviluppare il design e la nuova grafica delle nostre confezioni. Siamo soddisfatti che tutti reputino la nuova grafica ancora più chiara, completa e riconoscibile fornendo risposte concrete a bisogni reali “– sostiene Umberto Comberiati, Business Unit Head Teva Italia– “La campagna ‘Teva per te’ che parte oggi sulle principali testate e sui canali digitali, esprime la volontà di essere sempre più vicini ai pazienti e, lavorando insieme a medici e farmacisti, dare risposte immediate a temi come aderenza terapeutica, gestione delle cronicità e appropriatezza d’uso. Anche attraverso una confezione che parla chiaro.”

Share Button