Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Tethis S.p.A annuncia la pubblicazione di uno studio pilota su carcinomi mammari in stadio precoce, che dimostra la performance analitica della nuova piattaforma di biopsia liquida SBS nella rilevazione dei casi di tumore e, per la prima volta, l’identificazione e la caratterizzazione di aggregati, noti come cluster, di Cellule Tumorali Circolanti in pazienti non metastatici. Lo studio, in collaborazione con l’Università di Basilea, guidato dal Prof. Nicola Aceto, è stato eseguito utilizzando lo strumento per la preparazione automatica del campione e i vetrini proprietari di Tethis, ed è stato pubblicato sulla rivista scientifica “British Journal of Cancer”, edita dal gruppo Nature.

La biopsia liquida SBS è un metodo innovativo che, grazie all’allestimento rapido e automatizzato di un prelievo di sangue fresco, fornisce un campione con un repertorio cellulare intatto e clinicamente informativo, permettendo di raggiungere un’elevata sensibilità persino in tumori precoci. Questo studio è stato condotto in cieco, analizzando 58 casi e ha mostrato una sensibilità complessiva del 75% e una specificità del 97% nel discriminare i pazienti con tumore al seno dai soggetti sani; la sensibilità è stata dell’81% sui 21 pazienti con tumore luminale, un sottogruppo rilevante in considerazione del fatto che solo i marcatori ER ed Her2 sono stati utilizzati come criterio di positività.

Inoltre, per la prima volta, in 5 dei 28 pazienti con tumore in stadio precoce è stato possibile identificare dei cluster di CTC, finora descritti solo nei pazienti metastatici.

“Io e il mio gruppo lavoriamo da anni sui cluster di CTC e sul loro ruolo nel processo metastatico” commenta il Prof. Nicola Aceto, Professore di Oncologia Molecolare e Team Leader all’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia a Zurigo. “Trovarli in un significativo gruppo di pazienti con tumore localizzato è straordinario, e sebbene lo studio sia piccolo, apre la strada a studi clinici più ampi per valutarne il significato clinico e l’efficacia di terapie contro i cluster di CTC attualmente in sviluppo”.

“Siamo entusiasti dei risultati di questo studio” commenta Roberta Carbone, Direttore Scientifico di Tethis, “che suggerisce in maniera forte la fattibilità di test non invasivi nell’individuazione del tumore al seno in stadio precoce mediante la nostra piattaforma di biopsia liquida. Noi crediamo fermamente che un allestimento rapido, standardizzato e delicato del campione di sangue, sia la chiave per il successo in un difficile settore come l’identificazione precoce di tumore, e che la nostra piattaforma risponda adeguatamente a questo bisogno”.

Share Button