Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Marinomed Biotech AG ha annunciato che il primo paziente è stato trattato in uno studio clinico che valuta Inhaleen, una soluzione per inalazione a base di Carragelose, in pazienti ospedalizzati con COVID-19. Lo studio valuterà la sicurezza e l’efficacia di Carragelose per via inalatoria per il trattamento di COVID-19 moderato, i. e. pazienti con sintomi respiratori di COVID-19 che necessitano di ricovero in ospedale ma non di terapia intensiva. Lo studio randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo recluterà 204 pazienti recentemente ospedalizzati con COVID-19 confermato che saranno randomizzati meno di 48 ore dopo il ricovero in ospedale. I pazienti inaleranno 3 volte al giorno per 7 minuti con Inhaleen o con un controllo placebo per 5 giorni. Come endpoint primario, lo studio mira a dimostrare che l’inalazione di Inhaleen migliora lo stato clinico dei pazienti ospedalizzati al giorno 8 rispetto al placebo. Lo stato clinico sarà documentato secondo la scala WHO-8-Category, che va da 1 a 8. Gli endpoint secondari includono il numero di pazienti che richiedono supporto di terapia intensiva, fabbisogno di ossigeno supplementare e diagnosi PCR di SARS-CoV-2 o altri virus respiratori. Quest’ultimo è progettato per valutare l’efficacia di Inhaleen contro le polmoniti virali causate da virus diversi da SARS-CoV-2. La sperimentazione sarà condotta in tre ospedali con sede a Vienna, in Austria. Il dottor Arschang Valipour, capo di medicina interna e pneumologia presso l’ospedale Klinik Floridsdorf di Vienna, guiderà il programma di sperimentazione clinica. Se Inhaleen si è dimostrato sicuro ed efficace per il trattamento di COVID-19 in pazienti ospedalizzati, Marinomed prevede di utilizzare i risultati della sperimentazione clinica per richiedere la certificazione per la formulazione di Carragelose per via inalatoria dalle autorità competenti. “Vediamo ancora un bisogno medico molto elevato di terapie efficaci contro COVID-19. Attualmente, i medici hanno solo opzioni di trattamento limitate oltre alle cure di supporto e non possono aiutare molto mentre le condizioni di un paziente si stanno deteriorando”, ha affermato la dott.ssa Eva Prieschl-Grassauer, Chief Scientific Officer di Marinomed. “Con questo studio sulla Carragelose per via inalatoria, speriamo di dimostrare che Inhaleen può essere un trattamento efficace per i pazienti recentemente ricoverati con COVID-19. Inoltre, intendiamo dimostrare che Inhaleen può aiutare un recupero più rapido e impedire che la malattia danneggi ulteriormente i polmoni dei pazienti o progredisca verso stadi più gravi”, ha aggiunto il dott. Prieschl-Grassauer. “Abbiamo svolto un lavoro preclinico completo che mostra l’efficacia di Carragelose contro SARS-CoV-2. Insieme ai recenti risultati clinici, che hanno dimostrato che la iota-carragenina può essere efficacemente utilizzata per la profilassi COVID-19, siamo molto fiduciosi che Inhaleen sarà un trattamento efficace per i pazienti COVID-19″. Uno studio clinico di spray nasale a base di Carragelose ha recentemente mostrato un’elevata efficacia nella prevenzione del COVID-19 nei lavoratori ospedalieri con una riduzione dei casi dell’80%. Lo studio avviato da un ricercatore indipendente è stato condotto in Argentina con uno spray nasale iota-carragenina identico allo spray nasale Carragelose di Marinomed, che è commercializzato come prodotto OTC antivirale in molti paesi e già approvato per il trattamento e la prevenzione di molti altri virus virali malattie respiratorie, compresi i Coronavirus endemici.

Share Button