Print Friendly, PDF & Email

Abbott ha annunciato la formazione dell’Abbott Pandemic Defense Coalition, una partnership scientifica e sanitaria globale unica nel suo genere dedicata alla diagnosi precoce e alla risposta rapida a future minacce pandemiche. Collegando centri globali di eccellenza nei test di laboratorio, sequenziamento genetico e ricerca sulla salute pubblica, il programma identificherà nuovi patogeni, analizzerà il potenziale livello di rischio, svilupperà e implementerà rapidamente nuovi test diagnostici e valuterà l’impatto sulla salute pubblica in tempo reale. La coalizione è progettata per aiutare la comunità scientifica e sanitaria globale a identificare nuove minacce virali, agire rapidamente quando ne viene scoperta una e aiutare a prevenire future pandemie. Le sequenze dei virus rilevati verranno pubblicate in un database pubblico in modo che funzionari sanitari e laboratori possano lavorare insieme per identificare se si tratta di un nuovo ceppo o di un virus che è stato rilevato in precedenza. Questo programma amplia la sorveglianza virale e il lavoro di scoperta che Abbott ha svolto negli ultimi tre decenni.
“Non possiamo combattere ciò che non possiamo vedere arrivare. Questo programma stabilisce una rete globale di ‘occhi sul terreno’ che sono sempre alla ricerca di minacce, che aiuta la comunità sanitaria globale a stare un passo avanti rispetto alla prossima minaccia virale e ci consente per utilizzare l’esperienza e la tecnologia di Abbott per sviluppare rapidamente test per affrontarli”, ha affermato Gavin Cloherty, capo della ricerca sulle malattie infettive presso Abbott. “La pandemia COVID-19 ha dimostrato un chiaro bisogno di sorveglianza avanzata e sequenziamento virale – e il ruolo di fondamentale importanza dei test. Capire quali minacce patogene stanno emergendo ci aiuterà a testare, diagnosticare e, si spera, aiutare a prevenire la prossima pandemia”. Abbott sta aiutando a cercare le varianti COVID-19 e sta assicurando che i test COVID-19 siano efficaci Abbott sta giocando un ruolo importante nell’aiutare a monitorare nuove varianti o mutazioni del virus che causa COVID-19. L’azienda sta raccogliendo campioni di virus da tutto il mondo e sta cercando eventuali modifiche al sequenziamento genetico del virus. Con decenni di esperienza nella sorveglianza virale, Abbott progetta specificamente i suoi test, inclusi i test COVID-19, pensando all’evoluzione virale. Man mano che vengono scoperti nuovi ceppi, Abbott li analizza vigorosamente in modo da poter garantire che i suoi test diagnostici possano rilevarli. La coalizione fornisce la rete per collaborare con altre istituzioni leader in questo sforzo. Una forza globale di esperti scientifici concentrati sulla lotta contro i virus La nuova Abbott Pandemic Defense Coalition è composta da collaboratori globali specializzati nell’identificazione dei virus, sorveglianza, raccolta di campioni, test e analisi dei dati. Il processo per identificare potenziali nuove minacce virali inizia con i medici di tutta la rete che identificano i pazienti con condizioni sconosciute che non possono trattare o diagnosticare. Successivamente, i campioni dei pazienti vengono testati dai nostri partner su scala globale, seguiti da sequenziamento genetico e analisi per individuare le tendenze e identificare le peculiarità che possono indicare una minaccia o focolaio emergente. Se viene scoperta una potenziale minaccia, Abbott svilupperà rapidamente test diagnostici per assistere negli sforzi di contenimento

“In una rete sofisticata come la Abbott Pandemic Defense Coalition, abbiamo accesso alla scienza e alla tecnologia migliori della categoria che rendono la raccolta, l’analisi e la condivisione dei dati efficiente ed efficace”, ha affermato il professor Souleymane Mboup, presidente dell’Institut de Recherche en Santé, de Surveillance Epidemiologique et de Formations di Dakar, Senegal. “La chiave qui è la collaborazione; nessun singolo laboratorio o organizzazione in un paese sarebbe in grado di condurre test e analisi di questa ampiezza e scala, ma il collegamento di centri di eccellenza globali rende possibile a tutti noi di aiutare a identificare le prossime potenziali minacce a salute pubblica.” Una storia di caccia ai virus in tutto il mondo e un futuro dedicato a far avanzare ulteriormente questo lavoro vitale In qualità di leader nello screening del sangue e nei test di malattie infettive, Abbott ha creato il suo Programma di sorveglianza virale globale più di 25 anni fa per monitorare i virus dell’HIV e dell’epatite e identificare le mutazioni, che aiuta a garantire che i test diagnostici dell’azienda rimangano aggiornati e consentono ai ricercatori di valutare in modo proattivo e risolvere i problemi di malattie infettive. Questo programma di sorveglianza farà ora parte della Abbott Pandemic Defense Coalition. Attraverso i suoi sforzi di sorveglianza, l’azienda ha recentemente annunciato la scoperta di un’alta prevalenza di HIV Controllers – un gruppo di persone che vivono con l’HIV controllato senza farmaci antiretrovirali nella Repubblica Democratica del Congo1, che potrebbe contenere la chiave per una cura. Abbott ha anche annunciato la scoperta di un nuovo ceppo di HIV nel 20192. E guardando al futuro, Abbott si concentrerà su test e soluzioni digitali accessibili a più persone in più luoghi per molte delle sfide sanitarie più urgenti al mondo, comprese le malattie infettive. Questo lavoro è anche una parte importante della strategia di sostenibilità 2030 di Abbott, che include un focus sulla trasformazione della cura delle malattie infettive. In tutta la sua attività e attraverso la collaborazione, Abbott creerà nuove tecnologie per rilevare e monitorare malattie infettive come COVID-19, HIV, malaria ed epatite, nonché le minacce di pandemia di domani.

Share Button