Print Friendly, PDF & Email

United Therapeutics Corporation ha annunciato in collaborazione con 3D Systems Corporation di aver prodotto l’oggetto stampato in 3D più complesso del mondo, un’impalcatura polmonare umana, e lo ha dimostrato al LIFE ITSELF Conference, che si è svolta dal 31 maggio al 3 giugno 2022 a San Diego. L’evento è stato organizzato e ospitato dal Dr. Sanjay Gupta e Marc Hodosh ed è stato sponsorizzato da CNN, United Therapeutics e altri importanti leader aziendali nel settore sanitario.

La dott.ssa Martine Rothblatt, presidente e amministratore delegato di United Therapeutics e Chuck Hull, co-fondatore, vicepresidente esecutivo e Chief Technology Officer di 3D Systems per la medicina rigenerativa, hanno spiegato ai partecipanti alla conferenza che questi progetti di scaffold polmonari stampabili in 3D consistono in un record di 44 trilioni di voxel che dispongono di 4.000 chilometri di capillari polmonari e di 200 milioni di alveoli. Gli scienziati della United Therapeutics hanno in programma di cellularizzare questi scaffold stampati in 3D con le cellule staminali di un paziente per creare polmoni umani tollerabili e trapiantabili che non dovrebbero richiedere l’immunosoppressione per prevenire il rigetto.

“La scorsa settimana è stato emozionante mostrare al pubblico il nostro scaffold polmonare umano stampato in 3D, ma siamo entusiasti di condividere che i nostri scaffold polmonari stampati in 3D stanno ora dimostrando lo scambio di gas in modelli animali. Stampiamo regolarmente impalcature polmonari con la stessa precisione di guida attraverso gli Stati Uniti e non deviando da un percorso più della larghezza di un capello umano”, ha affermato il dottor Rothblatt. “Con il duro lavoro continuo di scienziati e ingegneri dedicati presso United Therapeutics e 3D Systems, speriamo di avere questi polmoni personalizzati e fabbricati autorizzati per la sperimentazione umana in meno di cinque anni”.

Il Dr. Rothblatt ha continuato: “Il nostro obiettivo è creare una scorta illimitata di polmoni trapiantabili in futuro. Ancora oggi, stiamo utilizzando un processo chiamato perfusione polmonare ex-vivo per aggiungere alla fornitura di polmoni trapiantabili estendendo di diverse ore il periodo di valutazione e vitalità per i polmoni di donatori umani, con il risultato che fino ad oggi sono state estese oltre 230 vite”.

Secondo la US Health Resources and Services Administration, 2.524 pazienti negli Stati Uniti hanno ricevuto un trapianto di polmone nel 2021 e ci sono 1.075 pazienti nella lista d’attesa per il trapianto di polmone negli Stati Uniti al 3 giugno 2022. Più di 150.000 americani muoiono di malattie polmonari ogni anno . “La rivelazione a LIFE ITSELF rappresenta il culmine dei nostri sforzi con United Therapeutics che include non solo i polmoni stampati in 3D, ma due organi aggiuntivi in ​​fase di sviluppo, reni e fegati”, ha affermato Hull. “Questi progetti di polmoni possono essere stampati in appena tre settimane utilizzando la nostra più recente tecnologia avanzata di biostampa a base di fotopolimeri che chiamiamo Print to Perfusion”.

Nessun articolo correlato
Share Button