Print Friendly, PDF & Email

3D Systems e CollPlant Biotechnologies annunciano la firma di un accordo di co-sviluppo per la produzione di una matrice per la rigenerazione dei tessuti molli biostampata in 3D, destinata all’uso nelle procedure di ricostruzione mammaria con impianti protesici. La matrice per tessuti molli consente di sostenere la parte inferiore della mammella, espandendo la tasca di alloggiamento e aumentando il grado di copertura dell’impianto. Grazie alla tecnologia di biostampa 3D, queste matrici possono essere progettate in modo da adattarsi perfettamente all’anatomia della paziente, per sostenere al meglio l’impianto mammario. 

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, nel 2020 è stato diagnosticato il cancro della mammella a 2,3 milioni di donne a livello globale. La maggior parte delle persone colpite ha dovuto subire una mastectomia parziale o totale. Grazie all’alta efficacia delle terapie, la probabilità di sopravvivenza è pari o superiore al 90%; ne consegue l’esigenza di migliorare le tecniche ricostruttive. Solitamente nelle procedure di ricostruzione mammaria vengono utilizzate matrici per tessuti molli derivate da cadaveri umani o animali. Queste fonti sono associate a carenze nella fornitura e alla variabilità da lotto a lotto, così come alla possibilità di provocare una risposta immunitaria che influisce negativamente sulla guarigione.

Grazie a questo accordo di co-sviluppo, 3D Systems e CollPlant uniranno le rispettive competenze nei settori stampa 3D, sanità, biostampa e bioinchiostri per sviluppare matrici per la rigenerazione dei tessuti molli biostampate in 3D utilizzando il collagene umano ricombinante. La matrice per tessuti molli biostampata in 3D, attualmente in fase di sviluppo, soddisfa i requisiti fisici e meccanici e facilita l’infiltrazione e la proliferazione cellulare mediante formulazioni di bioinchiostro basate su rhCollagen, che favoriscono la rigenerazione dei tessuti. Le aziende coinvolte credono che i loro sforzi porteranno alla creazione di matrici per tessuti molli in grado di offrire prestazioni eccellenti unite a uniformità e sicurezza, grazie all’origine vegetale e alla corrispondenza perfetta con il collagene umano naturale che non provoca una risposta immunitaria avversa nelle persone.

“Lo scorso gennaio abbiamo annunciato la nostra intenzione di aumentare l’investimento in medicina rigenerativa e di concentrarci maggiormente sullo sviluppo e sulla commercializzazione di soluzioni atte a migliorare l’erogazione delle cure sanitarie e i risultati sui pazienti”, ha riferito il dottor Jeffrey Graves, presidente e amministratore delegato di 3D Systems. “Grazie a questo progetto congiunto con CollPlant abbiamo l’opportunità di esplorare un’applicazione completamente nuova, che potrebbe offrire un nuovo metodo di ricostruzione della mammella alle donne sopravvissute al cancro del seno. È entusiasmante essere coinvolti in un progetto che potrebbe avere un impatto fortemente positivo sulla salute umana”.

“Abbiamo unito le nostre forze a quelle di 3D Systems per realizzare una matrice per la rigenerazione dei tessuti molli che potrebbe allargare notevolmente il mercato indirizzabile nel settore degli impianti di protesi mammarie. Una soluzione rigenerativa consentirebbe di aumentare la sicurezza, eliminare la variabilità del prodotto e migliorare i risultati favorendo la crescita di nuovo tessuto”, ha affermato Yehiel Tal, amministratore delegato di CollPlant. “Siamo lieti di approfondire la collaborazione con 3D Systems nell’ambito della strategia di CollPlant in qualità di azienda leader nel settore della medicina rigenerativa”.

Share Button