Print Friendly, PDF & Email

Dal negozio al sito web e viceversa: la tendenza ad un approccio on-off-line contagia anche il mondo dell’integrazione alimentare. Se la rete è spesso il luogo dove trovare consigli in modo più immediato, è nel negozio fisico che si ottiene il supporto diretto di un esperto.
Consapevole di questo fortissimo dinamismo VitaVi accelera il suo programma di sviluppo retail che ha come target farmacie, parafarmacie, boutique retail e negozi alimentari specializzati. 

“Dopo esserci occupati del lancio di VitaVi sul mercato direct-to-consumer – dichiara la General Manager Silvia Olla – abbiamo deciso di avvicinarci ad un’utenza meno abituata all’acquisto in rete. Per questo abbiamo avviato un programma di partnership che ha come target farmacie, parafarmacie, boutique retail e negozi alimentari specializzati. L’obiettivo è rendere ibrido e multicanale il processo di acquisto dei nostri integratori alimentari, per intercettare chi preferisce lo store fisico. Siamo convinti che un approccio differenziato possa rappresentare, sul lungo periodo, la scelta vincente: le tendenze di consumo ci dicono che è sempre più comune l’acquisto on-off-line, un processo in cui il consumatore sceglie di prendere il meglio da entrambi i mondi. I nostri integratori, contraddistinti da altissimi livelli qualitativi e da principi attivi nelle forme a più alta biodisponibilità, vedono nella distribuzione sul territorio un valore aggiunto, perché possono essere spiegati al cliente nel modo migliore da personale qualificato presente nei punti vendita; al contempo, possono intercettare quell’utenza che si rivolge al farmacista perché ha bisogno di un consiglio per intervenire sui propri bisogni specifici”.

Nessun articolo correlato
Share Button