Print Friendly, PDF & Email

Si chiama “AuLab: la ricerca scientifica tra i banchi” il progetto didattico lanciato dal VIMM per avvicinare gli studenti delle scuole secondare di primo grado di Padova al mondo della scienza e della ricerca, fornendo nozioni e strumenti a integrazione dell’insegnamento e condividendo con gli studenti l’esperienza di ricercatori impegnati quotidianamente nella ricerca biomedica.

Il progetto, che prenderà il via lunedì 14 marzo, è realizzato con la collaborazione e con il sostegno del Settore Servizi Scolastici del Comune di Padova, nell’ambito del progetto “Vivipadova, un’aula grande come la mia città”.

Il percorso consisterà in due lezioni di due ore ciascuna e coinvolgerà le scuole Don Minzoni di Via Altichiero, Petrarca di via Concariola e Levi Civita di via Basilicata, per un totale di 7 classi. Le lezioni, condotte appunto da un team di 10 ricercatori del VIMM, prevedranno momenti di presentazione e narrazione alternati a esperienze dal vivo in classe e a contributi video girati nei laboratori per mostrare gli strumenti e gli esperimenti più sofisticati.

Gli argomenti trattati nel corso del progetto “AuLab” spazieranno dall’ABC della scienza al “mestiere della ricerca” e a come funziona un laboratorio, dalle osservazioni al microscopio fino alle nuove frontiere della scienza, con le cellule staminali e gli organoidi. Altro tema e focus del progetto sarà una riflessione e un confronto sul tema della comunicazione della scienza, e in particolare sui fenomeni di fake news/good news e sui meccanismi cognitivi che a volte possono portare fuori strada.

“Il nostro obiettivo è far capire agli studenti il valore della scienza e sensibilizzare i giovani alla ricerca, che rappresenta il futuro del paese e una reale risorsa per le nuove generazioni” ha commentato il prof. Gianpietro Semenzato, Direttore Scientifico del VIMM. “Con AuLab ci auguriamo di trasmettere ai ragazzi non solo un pacchetto di nozioni, ma anche di avvicinarli a un metodo di pensiero critico che possa essergli utile nella vita di tutti i giorni”.

Nessun articolo correlato
Share Button