Print Friendly, PDF & Email

Patient Journey Solutions – sistemi digitali smart che migliorano i servizi e l’efficienza delle strutture sanitarie – e Data Driven Decisions – acquisizione e interpretazione dei dati anche non strutturati per migliorare la clinical governance – sono i due mondi Artexe al centro di un’evoluzione comunicativa e di impatto estetico pensati per guardare al futuro.

Con oltre 6 milioni di fatturato e una squadra di oltre 50 analisti, ingegneri informatici e ingegneri biomedici, la società milanese Artexe rappresenta una delle maggiori strutture nel campo dei servizi globali per l’e-health: software, hardware, servizi e integrazione di sistemi finalizzati a garantire le soluzioni più funzionali all’operatività delle strutture sanitarie. Sei mesi fa l’ingresso nel capitale di Artexe del software solution provider Maps Group, recentemente quotato all’AIM, ha dato una forte spinta al processo di sviluppo, incrementando il ruolo di player di riferimento nel mercato italiano per questa tipologia di servizi.

Dopo la fusione, la grafica del marchio Artexe si è avvicinata allo stile Maps Group per indicare la compattezza del gruppo e l’obiettivo comune di una continua crescita nell’e-health. Al nuovo brand si affianca il nuovo portale www.artexe.com, dove l’aggiornamento estetico corrisponde all’evoluzione tecnica, che viene esaltata con una selezione d’immagini evocative dell’ambiente ospedaliero vissuto con approccio digital.

Il patrimonio di conoscenze nella gestione digitale delle informazioni ora è ancora più grande e l’offerta di soluzioni all’avanguardia per la governance e l’ottimizzazione delle risorse si allarga anche ai mercati esteri. I servizi sono sempre più numerosi e l’assistenza più pronta. Il pay-off scelto per indicare questa accelerazione è Healthcare Digital Architects: Artexe si presenta così come una grande squadra di progettisti e costruttori di soluzioni avanzate.

Oltre al restyling grafico, il nuovo sito – moderno e funzionale – si presenta con una ricchezza d’informazioni più ampia, con spiegazioni dettagliate sulla capacità di sfruttare i dati non strutturati, sulle soluzioni per ogni ambito clinico e i servizi, sui metodi di lavoro collaborativi che puntano all’integrazione dei sistemi, sulla capacità di fornire software specifici o complessi sistemi da cucire su misura per ogni struttura sanitaria.

Nessun articolo correlato
Share Button