Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Royal Philips ha annunciato un’aggiunta alla sua suite di monitoraggio remoto dei pazienti che supporta le popolazioni a rischio durante l’emergenza COVID-19. Il nuovo Avalon CL wireless Fetal e Maternal Pod and Patch mira a ridurre le interazioni fisiche non necessarie tra clinici e pazienti, che è di particolare importanza durante la pandemia COVID-19. Il cerotto fa parte di una più ampia soluzione innovativa per la gravidanza ad alto rischio che include l’analisi perinatale e il software di visualizzazione Philips, nonché un monitor fetale a batteria ultra-portatile.

Fino a mezzo milione di donne possono dare alla luce i propri bambini durante l’infezione da COVID-19 nel 2020. Inoltre, le donne in gravidanza a cui non è stato diagnosticato il COVID-19 sono interessate ai modi in cui possono ridurre al minimo il loro tempo in ospedale per limitare la loro esposizione al patologia. Mentre i clinici trattano pazienti COVID-19 in stanze di isolamento e ospitano visite a domicilio e nascite quando possibile, gestire correttamente l’assistenza ai pazienti riducendo il rischio di esposizione per i fornitori di cure richiede strumenti che consentano il monitoraggio remoto dei parametri vitali.

Il pod e il cerotto fetali e materni consentono un monitoraggio continuo e non invasivo della frequenza cardiaca materna, della frequenza cardiaca fetale e dell’attività uterina con un cerotto monouso per 48 ore, monouso, posizionato sull’addome della madre. Il cerotto è progettato per essere posizionato sul paziente da un medico una sola volta, a differenza delle tradizionali cinghie elastiche e dei sensori che richiedono un frequente riposizionamento.

“Il monitoraggio remoto durante il travaglio ha sempre offerto molteplici vantaggi alle future mamme, tra cui comfort, mobilità e flessibilità. Ma durante la pandemia di COVID-19, la necessità di soluzioni mobili durante la gravidanza è più grande che mai”, ha affermato Peter Ziese, direttore generale, monitoraggio e analisi di Philips. “Da oltre cinquant’anni Philips si dedica a fornire le migliori cure di qualità alle future mamme. Questa nuova soluzione si basa sul nostro impegno a fornire funzionalità integrate di monitoraggio continuo per le gravidanze ad alto rischio. Con questa nuova patch, i medici hanno ora accesso a uno strumento innovativo per aiutare a monitorare le donne in gravidanza durante COVID-19, contribuendo a offrire conforto a queste madri durante un periodo particolarmente stressante.”

“Il fatto che i nuovi sensori siano usa e getta e non richiedano un riposizionamento costante è stato particolarmente utile per noi nel picco dell’onda COVID-19 a marzo e aprile a Lisbona”, ha affermato il Prof. Diogo Ayres-de-Campos , Università di Lisbona e Presidente eletto dell’Associazione europea di medicina perinatale.

La soluzione OB di Philips è costituita dal portafoglio di monitoraggio fetale Avalon, con tecnologia Smart Pulse proprietaria Philips e un sistema di gestione delle informazioni ostetrico per il flusso continuo di dati verso l’EMR, che comprende:

Il baccello fetale e materno Avalon e materno: cerotto monouso e baccello riutilizzabile posizionato sull’addome della futura mamma per catturare la frequenza cardiaca fetale e materna e l’attività uterina attraverso segnali ECG ed EMG, senza necessità di riposizionamento costante;
Avalon CL Transducer System: fornisce un monitoraggio senza cavi con i monitor fetali Avalon per dare alle future mamme la libertà di muoversi durante il travaglio, misurando fino a tre feti. L’Avalon CL Wide Range Pod sfrutta l’installazione LAN wireless dell’ospedale per consentire alle madri di espandere l’area di deambulazione, estendendo il monitoraggio di tutte le misurazioni senza cavi alla portata della rete WLAN .;
IntelliSpace Perinatal: sistema di sorveglianza ostetrica e di gestione delle informazioni progettato per l’uso dalla visita antepartum attraverso il travaglio, il parto e l’assistenza postpartum. I dati del paziente vengono automaticamente visualizzati e trasmessi alla cartella clinica elettronica. La revisione ISP K in combinazione con la funzionalità di visualizzazione remota XDS IntelliVue offre la possibilità di controllare il monitor fetale da remoto.

L’Avalon Fetal e Maternal Pod and Patch ha ottenuto l’autorizzazione al marchio CE nel 2019 ed è disponibile in molti Paesi dell’UE, così come in Australia, Nuova Zelanda e Singapore.

Share Button