Print Friendly, PDF & Email

Royal Philips ha annunciato di aver ampliato il proprio portafoglio di ultrasuoni con funzionalità di valutazione e misurazione emodinamica avanzate sul suo ecografo portatile per il punto di cura: Lumify. Con l’aggiunta del Pulse Wave Doppler, Philips ha notevolmente ampliato l’utilità del suo ecografo portatile consentendo ai medici di quantificare il flusso sanguigno in un’ampia gamma di applicazioni diagnostiche point-of-care, tra cui cardiologia, vascolare, addominale, urologia, ostetricia e ginecologia. Un’altra novità per Lumify sono le misurazioni ostetriche per aiutare nella valutazione precoce dell’età gestazionale e nell’identificazione di gravidanze ad alto rischio.

L’ecografia Pulse Wave Doppler fornisce ai medici maggiori informazioni, oltre all’imaging 2D e a colori, per valutare i modelli emodinamici per distinguere tra flusso sanguigno arterioso e venoso e quantificare la funzione emodinamica. Le misurazioni emodinamiche risultanti possono aumentare l’affidabilità diagnostica e il processo decisionale clinico tempestivo praticamente in qualsiasi ambiente di cura, inclusi cardiologia e medicina d’urgenza. Con queste ultime funzionalità, il sistema ecografico portatile completamente integrato di Philips, Lumify, riunisce strumenti di imaging su piattaforme ecografiche, sfruttando l’esperienza dell’azienda in cardiologia e radiologia. Il sistema Lumify fornisce inoltre ai medici un software di analisi avanzato e strumenti di reporting e l’accesso a funzionalità di tele-ultrasuoni per il supporto della comunicazione in tempo reale per connettere i medici di tutto il mondo per una collaborazione in tempo reale.

“Applicando l’esperienza di Philips nell’assistenza cardiovascolare, nell’imaging e nel monitoraggio dei pazienti a Philips Handheld Ultrasound – Lumify – ci impegniamo a fornire un portafoglio point-of-care dedicato e innovativo, che consente ai medici di valutare rapidamente l’emodinamica, inclusa la funzione cardiovascolare e la perfusione degli organi e valutazione fetale – in una routine quotidiana, per identificare le anomalie e intervenire rapidamente”, ha affermato Matthijs Groot Wassink, Direttore generale di Point of Care Ultrasound di Philips. “Con l’aggiunta del Pulse Wave Doppler e delle misurazioni ostetriche avanzate, abbiamo aumentato il numero di marcatori su cui è possibile effettuare diagnosi, per fornire immagini di alta qualità e migliorare la valutazione e l’efficacia del trattamento in tempo reale”.

“Avere il Color Flow Doppler e il Pulse Wave Doppler su un dispositivo portatile sta cambiando il gioco, consentendo ai medici di portare gli esami ecografici point-of-care al livello successivo”, ha affermato il Dr. Robert Jones, Professore di Medicina d’Emergenza presso il MetroHealth System, Cleveland, Ohio negli Stati Uniti. Il Dr. Jones discuterà i vantaggi clinici e i benefici dell’integrazione di CFD e Pulse Wave Doppler nella valutazione ecografica del punto di cura di pazienti gravemente malati e feriti nel pronto soccorso in un prossimo webinar.

Oltre ad aggiungere Pulse Wave Doppler per l’emodinamica, Philips è la prima e unica soluzione ecografica point-of-care con il software B-lines e algoritmi intelligenti per migliorare le valutazioni cardiache e polmonari, che è fondamentale quando si tratta di casi gravi di COVID. La pandemia ha mostrato la rilevanza dell’ecografia polmonare nella diagnosi e nel trattamento della polmonite, una delle complicanze più comuni del COVID-19. Gli algoritmi automatizzati potenziati dall’intelligenza artificiale che cercano le linee B nel liquido polmonare possono aiutare a fornire dati e interpretazioni più oggettivi.

La scansione continua, le prestazioni e la portabilità di Philips Handheld Ultrasound offre una soluzione diagnostica completa per gli operatori sanitari al posto letto; sia dentro che fuori dall’ospedale. La tecnologia innovativa è anche ampiamente utilizzata nei programmi di assistenza alla madre e all’infanzia basati sulla comunità, fornendo accesso a un’assistenza sanitaria di qualità per le comunità svantaggiate in tutto il mondo, incluso un programma in Kenya promosso dalla Fondazione Philips per educare le ostetriche a fornire screening della gravidanza prenatale basato sugli ultrasuoni in cliniche del villaggio, mentre riceve supporto in telemedicina da radiologi a distanza.

Share Button