Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

JEOL annuncia il rilascio di un nuovo microscopio crioelettronico a emissione di campo freddo, il CRYO ARM 300 II, nel mese di gennaio 2021. Questo nuovo crio-EM è stato sviluppato sulla base del concetto di “velocità e facilità d’uso e acquisizione di immagini ad alto contrasto e ad alta risoluzione”.

Il recente notevole miglioramento della risoluzione nell’analisi di singole particelle utilizzando il cryo-EM ha reso la SPA un metodo essenziale per l’analisi strutturale delle proteine. Proprio per affrontare questo mercato, JEOL ha rilasciato il CRYO ARM 300 nel 2017. Dotato di una pistola a emissione di campo freddo per una risoluzione migliorata e di uno stadio crio per caricare più campioni, CRYO ARM 300 ha continuato a ottenere i risoluzione in classe per SPA. Tuttavia, il precedente flusso di lavoro di SPA che utilizza cryo-EM necessita di più microscopi elettronici perché i flussi di lavoro per lo screening dei campioni e per l’acquisizione dei dati delle immagini sono indipendenti l’uno dall’altro. Questo problema dà luogo a costi operativi elevati per gli utenti di crio-EM. Poiché è necessario utilizzare più microscopi, è scomodo trasferire i criocampioni tra i crio-EM. Pertanto, gli utenti hanno richiesto un cryo-EM che consenta il flusso di lavoro completo dallo screening del campione all’acquisizione dei dati dell’immagine. Inoltre, affinché vari utenti possano utilizzare il cryo-EM, è stato richiesto un miglioramento dell’usabilità, consentendo a chiunque, dagli utenti inesperti agli utenti professionali, di utilizzare senza problemi il microscopio. Per soddisfare queste richieste, JEOL ha sviluppato un nuovo cryo-EM, il CRYO ARM 300 II. Questo microscopio raggiunge un notevole miglioramento nella produttività per l’acquisizione di dati di alta qualità con un funzionamento facile e veloce rispetto al precedente CRYO ARM 300.

Nessun articolo correlato
Share Button