Print Friendly, PDF & Email

Synchron ha annunciato un’acquisizione su Twitter da parte di Philip O’Keefe, uno dei pazienti a cui è stato impiantato nell cervello l’interfaccia del computer Stentrode. O’Keefe è la prima persona a inviare messaggi di successo al mondo direttamente sui social media attraverso il pensiero utilizzando un’interfaccia computer cerebrale impiantabile.

O’Keefe, un uomo di 62 anni con sclerosi laterale amiotrofica, ha trasformato con successo il suo pensiero diretto al testo via Twitter quando ha inviato un messaggio “Hello World” utilizzando l’interfaccia del computer cerebrale Stentrode. “Quando ho sentito parlare per la prima volta di questa tecnologia, sapevo quanta indipendenza avrebbe potuto restituirmi. Il il sistema è sorprendente, è come imparare ad andare in bicicletta: ci vuole pratica, ma una volta che rotoli, diventa naturale”, ha detto O’Keefe. “Ora, penso solo a dove voglio fare clic sul computer e posso inviare e-mail, banca, acquista e ora invia messaggi al mondo tramite Twitter.”

O’Keefe ha assunto l’handle Twitter del CEO di Synchron, Thomas Oxley, utilizzando l’hashtag #HelloWorldBCI. L’obiettivo di O’Keefe era quello di condividere la sua esperienza di riconquistare l’indipendenza con il mondo e offrire ispirazione per il futuro. “La mia speranza è di aprire la strada alle persone per twittare attraverso i pensieri”, è stata la sua dichiarazione di chiusura. Philip ha ricevuto l’interfaccia del computer cerebrale endovascolare Stentrode nell’aprile 2020 dopo la progressiva paralisi causata dalla SLA che lo ha reso incapace di impegnarsi in attività lavorative o altre attività indipendenti. Da allora O’Keefe ha utilizzato la tecnologia per riconnettersi con la sua famiglia e i colleghi di lavoro continuano scambi di e-mail e rimanendo attivamente coinvolto nella sua consulenza e in altri progetti commerciali.

“Questi divertenti tweet delle vacanze sono in realtà un momento importante per il campo dei computer cerebrali impiantabili interfacce. Evidenziano la connessione, la speranza e la libertà che i BCI danno a persone come Phil che hanno avuto gran parte della loro indipendenza funzionale è stata portata via a causa di una paralisi debilitante”, ha affermato Thomas Oxley, CEO, Synchron. “Non vediamo l’ora di far progredire la nostra interfaccia cervello-computer, Stentrode, nei primi Stati Uniti. studio sugli esseri umani il prossimo anno”.

Nessun articolo correlato
Share Button