Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

La startup italiana InSilicoTrials ha partecipato a 9 bandi Horizon 2020 vincendone addirittura 3 e superando così in modo significativo la percentuale media di successo che si aggira intorno al 5%. Un grande risultato per una piccola azienda che sta crescendo molto rapidamente grazie a una piattaforma unica nel mondo dell’healthcare che consente di ridurre i costi e i tempi di sviluppo di farmaci e dispositivi medici fino al 50%.

Il fatto di aver vinto ben 3 bandi Horizon 2020 dimostra che InSilicoTrials è considerata a livello internazionale un’azienda strategica, affidabile ed economicamente solida. InSilicoTrials lavorerà nei prossimi 4 anni con oltre 140 stimati scienziati europei.

Horizon 2020 è il più grande programma di finanziamento dell’UE per la ricerca e l’innovazione, con quasi 80 miliardi di euro di finanziamenti resi disponibili negli ultimi 7 anni. Promette ulteriori passi avanti e scoperte, grazie alla capacità di traghettare idee eccezionali dal laboratorio fino al mercato, con un’enfasi su eccellenza scientifica, leadership industriale e sfide sociali.

I 3 progetti Horizon 2020 ai quali InSilicoTrials participa fanno tutti leva su tecnologie all’avanguardia come la simulazione e l’intelligenza artificiale per accelerare l’innovazione nel settore healthcare, in modo particolare nell’area dello sviluppo di farmaci e dispositivi medici.

SimCardioTest, BRAINTEASER e In Silico World raccoglieranno un totale di 21,5 milioni di euro in 4 anni, coinvolgendo 28 partner, tra i quali 12 famose università, di 13 diversi Paesi, con l’appoggio di enti regolatori come la European Agency for Medicine e la Food and Drug Administration, ma anche di note multinazionali come Roche e Dassault Systèmes. A InSilicoTrials è stato destinato un budget complessivo di 1,8 milioni di euro.

I 3 progetti si focalizzano sulla simulazione computazionale con diversi obiettivi. SimCardioTest intende combattere le malattie cardiovascolari, prima causa di morte nel mondo, attraverso la progettazione di strumenti predittivi per lo sviluppo di farmaci e dispositivi medici. L’obiettivo di BRAINTEASER è migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da SLA e sclerosi multipla, aiutando i medici a prevedere la progressione della malattia e assegnare il trattamento più adeguato. In Silico World svilupperà 11 soluzioni digitali per testare la sicurezza e l’efficacia di dispositivi medici e farmaci per il trattamento di osteoporosi, tubercolosi, stenosi coronarica, aneurisma cerebrale, carcinoma mammario e infezione da COVID-19.

In questi 3 progetti InSilicoTrials ha un ruolo unico: l’azienda dovrà infatti individuare e analizzare opportunità di business per tutte le soluzioni tecnologiche sviluppate, con l’obiettivo di massimizzarne la diffusione attraverso la piattaforma InSilicoTrials.com. Ciò significa che nei prossimi 4 anni un numero rilevante di modelli computazionali convalidati e di grande impatto popolerà la piattaforma InSilicoTrials.com, contribuendo a costruire un marketplace per aziende farmaceutiche, contract research organization e produttori di dispositivi medici. Sulla piattaforma modelli computazionali molto complessi vengono infatti trasformati in strumenti facili da usare a costi accessibili.

“Il nostro obiettivo è accelerare l’innovazione nel settore healthcare”, afferma Luca Emili, CEO e fondatore di InSilicoTrials. “Ecco perché vincere ben 3 progetti Horizon 2020, il più grande programma di finanziamento dell’UE per l’innovazione e la ricerca, rappresenta un traguardo importantissimo per la nostra azienda. Questo risultato eccezionale è stato possibile grazie al lavoro e all’impegno dell’intero team. Siamo sicuri che questi progetti contribuiranno ad accelerare l’adozione del Modeling and Simulation per lo sviluppo di farmaci e dispositivi medici, confermandone l’efficacia e l’affidabilità scientifica”.

Share Button