Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Nel triennio 2017 – 2019 le esportazioni di farmaci dall’Italia sono balzate del 58% per un controvalore complessivo che nel 2019 ha oltrepassato 33,5 miliardi di euro. Il primo Paese di destinazione sono gli Usa, che nel 2019 hanno rappresentato il 18,6% del totale dell’export. Le imprese del settore farmaceutico in Italia, considerando l’intera catena del valore, sono oltre 50mila e occupano 280mila addetti. Tra queste sono inclusi 23mila intermediari e 18mila farmacie. Complessivamente il fatturato è pari a 106 miliardi di euro, con un valore aggiunto di 24 miliardi, a fronte di una spesa media mensile degli italiani pari, in media, a oltre 120€ per nucleo familiare.

Sono questi alcuni dei numeri del Report Farmaceutica a cura di 24 ORE Ricerche e Studi, la struttura del Gruppo 24 ORE che analizza i differenti settori e mercati dal punto di vista economico e finanziario realizzando Report di oltre 200 pagine che partono dal mercato italiano per sviluppare la ricerca a livello europeo e mondiale. Utilizzando i dati delle migliori fonti pubbliche e private a disposizione del Sole 24 Ore, i Report comprendono non solo la parte retrospettiva con l’analisi degli ultimi 5 anni, ma anche la parte prospettica di 12-24 mesi su dati appositamente elaborati da FactSet.

Il Report Farmaceutica, aggiornato a giugno 2020, prende in considerazione i più rilevanti dati di bilancio storici per le prime 20 aziende in Italia, le prime 30 in Europa e le prime 50 nel mondo. Fornisce inoltre un’ampia disclosure sulle più importanti società non quotate italiane, europee e mondiali e sulle più recenti e rilevanti operazioni di M&A nel settore della Farmaceutica.

Nel Report l’analisi compiuta da 24 ORE Ricerche e Studi rileva che la componente industriale dell’industria farmaceutica, dei prodotti di base e dei preparati, è tra le più dinamiche in termini di ricerca, sviluppo, investimenti e innovazione tra tutte le attività manifatturiere nazionali.

Tra gli altri dati dello studio emerge l’aumento del numero di farmacie in Italia: +5,9% di esercizi tra il 2017 e il 2020. Monza e Ragusa sono le province dove si è avuto l’incremento maggiore mentre ad Isernia, tenuto conto del rapporto con la popolazione residente, si registra la maggiore densità di esercizi.

Share Button