Print Friendly, PDF & Email

La Direzione generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia comunica che, a seguito della conclusione delle procedure selettive, sono stati conferiti gli incarichi di Direttore delle strutture complesse di Clinica Pediatrica e Unità Spinale Unipolare, rispettivamente, al professor Alberto Verrotti Di Pianella e al dottor Sauro Biscotto.

L’incarico di direttore facente funzioni della struttura complessa di Chirurgia Generale e Oncologica è stato conferito al professor Piero Covarelli, a seguito di pubblico avviso.

Nei prossimi giorni si concluderà anche la procedura per la nomina di direttore della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione 2.

“Si va concludendo l’iter delle nomine dei direttori di strutture complesse dell’Azienda Ospedaliera di Perugia – sottolinea il direttore generale, Marcello Giannico – che apporterà ulteriore stabilità organizzativa, uno degli obiettivi da sempre perseguiti da questa Direzione. Le nomine dei Professori per le strutture complesse a direzione universitaria, d’intesa con il Rettore, consolidano inoltre la preziosa integrazione tra Azienda Ospedaliera e Università degli Studi di Perugia. Entro i primi di gennaio avremo a disposizione anche l’elenco dei candidati, a seguito della pubblicazione dell’avviso pubblico, per il ruolo di responsabile del Sitro, una struttura strategica a cui afferisce il personale infermieristico, tecnico sanitario, riabilitativo ed ostetrico dell’Ospedale”.

Per l’Area tecnico–sanitaria è stato assunto, mediante l’utilizzo della graduatoria concorsuale dell’Usl Umbria 1, il dottor Giuliano Bettelli in qualità di dirigente delle Professioni Sanitarie.

“Con l’occasione – conclude Giannico – voglio intanto esprimere, personalmente e a nome dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, i complimenti ai quattro professionisti di comprovata esperienza e competenza a cui faccio i migliori auguri di buon lavoro”.

Il professor Verrotti di Pianella, già direttore della Clinica Pediatrica dal 2013 – incarico lasciato nel 2016 per trasferirsi a l’Aquila dove era risultato il vincitore di un concorso bandito dall’Università di Chieti – è tornato in Umbria nel novembre del 2020. Professore ordinario di Pediatria Generale e Specialistica dell’Università degli Studi di Perugia, è direttore della Scuola di Specializzazione in Pediatria e autore di oltre 700 pubblicazioni scientifiche. È stato delegato italiano del Consiglio dell’International Child Neurology Association, segretario e vicepresidente della Società Italiana di Neurologia Pediatrica e membro di numerose società scientifiche.

Il dottor Biscotto, classe 1961, si è specializzato in Urologia e Medicina Fisica e Riabilitativa ha inoltre conseguito il Dottorato di Ricerca in “Tecnologie diagnostiche ed interventistiche in Urologia”. Responsabile della struttura semplice di Neuro-Urologia, Neuro-Andrologia ed Uroriabilitativa, è stato responsabile del Servizio di Riabilitazione della vescica neurologica presso il Centro di Riabilitazione di Trevi e Direttore facente funzioni dell’Unità Spinale Unipolare dell’Ospedale di Perugia. È stato inoltre professore a contratto nell’ambito della Scuola di Specializzazione in Urologia dell’Università degli Studi di Perugia e Presidente della Società Italiana del Midollo Spinale, ex Società Medica Italiana di Paraplegia.

Il professor Covarelli ha conseguito la doppia specializzazione in Chirurgia Generale e Urologia e il Dottorato di Ricerca in Metodologie Sperimentali in Chirurgia Gastroenterologica. Dal 2005 è ricercatore confermato a tempo indeterminato all’Università degli Studi di Perugia. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, è stato docente di Chirurgia Generale per il corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e per la Scuola di specializzazione. Dal 2014 ha assunto l’incarico dirigenziale di alta specializzazione: Programma di Struttura Complessa “Chirurgia del melanoma in stadio avanzato” e dal 2016 è vice direttore della Struttura Complessa di Chirurgia Generale Oncologica dell’Azienda Ospedaliera di Perugia. Covarelli è membro della Society of Surgical Oncology.

Share Button