Print Friendly, PDF & Email

Valorizzare il ruolo strategico della farmacia di comunità, integrandola sempre di più nel nuovo sistema sociosanitario lombardo; implementare piattaforme informatiche che semplifichino i processi e agevolino l’accesso a farmaci e prestazioni sanitarie; tutelare la sicurezza di cittadini e farmacisti, collaborando con le Forze dell’Ordine per contrastare rapine e commercio online di medicinali contraffatti; potenziare i servizi di prossimità, dalla telemedicina alle vaccinazioni; supportare i titolari di farmacia, fornendo assistenza in ambito assicurativo, tutela legale e welfare. Sono questi i punti fondamentali su cui intende lavorare, per il prossimo triennio, il nuovo Consiglio Direttivo di Federfarma Milano, Lodi e Monza Brianza.

Prima Associazione di farmacisti titolari costituitasi in Italia, 163 anni fa, la “Lombarda”, che rappresenta tre province e circa un terzo delle farmacie territoriali della regione, ha rinnovato i suoi vertici. A seguito della riunione con cui oggi si è insediato il nuovo Consiglio Direttivo, designato dall’assemblea elettiva degli iscritti, sono state ufficialmente assegnate anche le cariche esecutive: Annarosa Racca si riconferma Presidente, Manuela Bandi è il Vicepresidente urbano, Dario Castelli il Vicepresidente rurale, Giampiero Toselli il Segretario e Bruno Perazzoni il Tesoriere.

“Desidero ringraziare tutti gli associati per questo nuovo attestato di stima e fiducia”, dichiara Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Milano, Lodi e Monza Brianza. “Saremo un Consiglio Direttivo sempre disponibile al confronto e alla collaborazione con le Istituzioni regionali, in questa importante fase di avvio del nuovo sistema sanitario lombardo, nel comune obiettivo di elevare la qualità dell’assistenza e portare la sanità sempre più vicina ai cittadini, nelle grandi città così come nelle piccole comunità rurali. Uniremo all’entusiasmo e alla spinta innovativa dei giovani colleghi – continua Racca – l’esperienza e la profonda competenza dei colleghi di lungo corso. Siamo pronti a rinnovare il nostro impegno al servizio della collettività: lavoreremo per rispondere in modo sempre più puntuale ai bisogni di salute della popolazione ma anche per tutelare la farmacia professionale, nelle sfide cruciali che dovrà affrontare in futuro”.

Share Button