Print Friendly, PDF & Email

Oltre 200 medici da tutta Italia si ritroveranno la prossima settimana ad Asti per la 44esima edizione del prestigioso convegno nazionale dell’Aooi, l’Associazione Otorinolaringologi Ospedalieri Italiani, ente che raggruppa circa 2.000 soci. L’evento si svolgerà su due giorni, venerdì 8 e sabato 9 ottobre, al Teatro Alfieri. 

È la prima volta che il congresso si tiene ad Asti: a presiederlo sarà il dottor Paolo Pisani, direttore della struttura di Otorinolaringoiatria dell’Asl At

Nelle due giornate sono in programma tavole rotonde, relazioni, lezioni con esperti di valore europeo non solo sulla Otorinolaringoiatria ma su tematiche afferenti alla disciplina e alla medicina in genere. Ci saranno, ad esempio, una lectio magistralis del professor Adriele Prina-Mello del Trinity College di Dublino sull’utilizzo della nanomedicina nel trattamento del cancro alla testa e al collo, una tavola rotonda sulla rigenerazione dei tessuti cellulari e sulle applicazioni della stampa 3D, un incontro dedicato al gusto, cui parteciperà l’enologo e ristoratore Piero Alciati, una tavola rotonda con la partecipazione di illustri clinici svizzeri e francesi. 

Si tratta di un riconoscimento importante per il reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale Cardinal Massaia e per il dottor Pisani che lo dirige e che in oltre 20 anni di permanenza ad Asti ha eseguito circa un migliaio di interventi oncologici, con particolare attenzione alla chirurgia laser e ricostruttiva della laringe, alla chirurgia dei tumori del cavo orale e dell’orofaringe, fino a ricoprire il ruolo di coordinatore del Gruppo di studio tumori testa e collo nell’ambito della Rete Oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta. Oltre 700 interventi sono stati invece compiuti dal gruppo di lavoro creato per la chirurgia tiroidea, in collaborazione con l’Endocrinologia. 

I professionisti della struttura sono in grado di offrire circa 5.000 prestazioni ambulatoriali ogni anno, con una media di 750 ricoveri all’anno ed una attività chirurgica che copre tutte le branche dell’otorinolaringoiatria moderna. 

“Per qualche giorno Asti diventerà la capitale della Otorinolaringoiatria italiana – sottolinea il dottor Pisani -. Questo convegno è un appuntamento di grande rilevanza, dunque sono orgoglioso sia stata scelta come sede: è un’occasione di prestigio per la città, un modo per farla conoscere a chi arriverà. E a tale proposito ringrazio l’amministrazione comunale, la Banca di Asti e l’Asl At per la collaborazione dimostrata”. 

“L’organizzazione ad Asti di questo evento di carattere nazionale – commenta il direttore generale dell’Asl At Flavio Boraso, che interverrà all’inaugurazione del convegno – è un riconoscimento per l’impegno e la capacità dei nostri operatori, oltre che una conferma del valore della sanità astigiana”. 

Share Button