Print Friendly, PDF & Email

Si chiude oggi dopo cinque mesi, l’iniziativa Health on the table, il progetto formativo dedicato alla sensibilizzazione all’educazione alimentare destinato ai ragazzi di dodici Istituti Alberghieri, di cui dieci in Campania e due in Emilia-Romagna che, guidati dallo chef stellato Danilo Di Vuolo e dai due esperti delle malattie della pelle, l’oncologo dell’Istituto Pascale, Paolo Ascierto, e la dermatologa del Policlinico Federiciano, Gabriella Fabbrocini, hanno creato quattro ricette ispirate alla prevenzione.

Ciascuna scuola ha ideatoquattropiattivalutati dal team di esperti, composto da medici e nutrizionisti insieme allo chef, che le ha valutate sulla base di alcuni parametri: preparazione, impiattamento, equilibrio, benessere, varietà, aderenza ai principi indicati nel materiale didattico fornito durante la prima fase del progetto.

Con il patrocinio delle associazioni di pazienti, A.I.Ma.MeAssociazione Italiana Malati di Melanoma e tumori della pelle e ANDeA – Associazione Nazionale Dermatite Atopica, l’organizzazione di pazienti e cittadini Cittadinanzattiva, oltre a IMI Intergruppo Melanoma Italiano e Fondazione Melanoma onlus, il progetto ha il supporto non condizionante di Sanofi Genzyme, divisione Specialty care di Sanofi.

L’educazione alimentare rappresenta il primo efficace strumento di prevenzione per diverse patologie, anche cutanee. Corrette abitudini nutrizionali incidono, infatti, sia sulle condizioni di salute generale del paziente che sulla capacità di risposta a determinate terapie. “Poiché le abitudini alimentari si instaurano molto presto nella vita dell’individuo e hanno un chiaro effetto sul destino metabolico del giovane e, successivamente, dell’adulto, abbiamo deciso di coinvolgere i ragazzi degli Istituti Alberghieri perché apprendano fin da subito l’importanza del cibo quale prevenzione e per fornire loro gli strumenti necessari per diventare gli chef attenti alla salute di domani”,afferma il dott. Paolo Ascierto, Direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative presso l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale” di Napoli.

L’iniziativa ha visto la lucelo scorso maggio con il primo webinar educazionale dedicato alle scuole coinvolte, a cui è seguita la Health Masterchef School, un percorso specifico realizzato per insegnare ai ragazzi l’importanza dell’alimentazione e dell’utilizzo di alcuni ingredienti rispetto ad altri per prevenire e arginare le patologie della pelle.

Ciascuna scuola ha preparato e inviato quattro ricette corrispondenti ai quattro piatti che compongono il loro menu ad un Team di esperti, composto da medici e nutrizionisti insieme allo chef,che le ha valutate sulla base di alcuni parametri: preparazione, impiattamento, equilibrio, benessere, varietà, aderenza ai principi indicatinel materiale didattico fornito durante la prima fase del progetto.

I piatti selezionati sono stati preparati e presentati oggi dallo chef Danilo Di Vuolo nel corso dell’Health Masterchef Show, momento conclusivo del percorso didattico per i ragazzi dei dodici Istituti che hanno preso parte all’iniziativa, in cui, con la partecipazione straordinaria anche dei due attori Gigi e Ross, si è parlato dell’importanza della nutrizionenel percorso di prevenzione e cura di patologie della pelle.

A commentare le ricette, illustrando i principi nutrizionali e i benefici degli alimenti, il dott. Paolo Ascierto insieme allaprof.ssa Gabriella Fabbrocini, Direttore UOC di Dermatologia Clinica presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Federico II di Napoli e al prof.Ignazio Stanganelli, Presidente IMI, Direttore della Skin Cancer Unit presso l’IRCCS IRST Istituto Tumori Romagna e Professore Associato dell’Università di Parma.

“È stato un progetto molto stimolante che ci ha permesso di entrare nelle scuole e promuovere il concetto di attenzione e prevenzione delle malattie della pelle in un contesto ludico e che appartiene alla sfera del piacere, ovvero cucinare e mangiare”, afferma Gabriella Fabbrocini, “L’attenzione a cosa mangiamo è fondamentale nel percorso di prevenzione di certe patologie cutanee. Sensibilizzare a questi temi i giovani è molto importante, anche per mostrare loro come una dieta sana possa anche essere sinonimo di piatto gustoso e divertente”, sostiene Ignazio Stanganelli.

L’iniziativa non si ferma qua, ma avrà un ulteriore seguito:nel mese di novembre tutte le ricette proposte dalle scuole verranno raccolte in un “Ricettario per la pelle” illustrato a mo’ di fumetto dalla Scuola Italiana diComix e distribuito presso gli Istituti Alberghieri che hanno preso parte al percorso didattico.“L’obiettivo che ci siamo dati è quello di divulgare nel miglior modo possibile presso i giovanie non solo queste ricette della pelle, per promuovere e sottolinearel’importanza dell’alimentazionequale elemento fondamentale nel percorso preventivo e di cura di alcunemalattie della cute”, conclude il dottor Ascierto.

Share Button