Print Friendly, PDF & Email

LogoFarmacia sempre più hi-tech. Una sorta di laboratorio che diventa una piattaforma tecnologica per i cittadini. Sempre più numerose sono le farmacie che si attrezzano con schermi di ultima generazione e Led incastonati su pareti con prodotti video in quadricromia a maggiore potenziale cromatico.
Obiettivo: ottenere maggiore visibilità attraverso le bacheche elettroniche – anche per quanto riguarda i turni delle farmacie – e dialogare virtualmente con i pazienti. La tre gironi di Cosmofarma Exhibition 2011, da poco andata in scena a Bologna, ha mostrato agli addetti ai lavori il futuro tecnologico di una farmacia iper-tecnologizzata. La Ciesse Sistemi, ad esempio, ha presentato nel suo stand un nuovo software che permette la gestione attraverso un’interfaccia web-server della facciata esterna della farmacia digitalizzata. La farmacia amplia gli orizzonti e si serve anche di apparati come smartphone per l’interazione con l’utente, oltre a soluzioni interattive touch-screen e wireless, come quelli messi a punto da Mobil Services. S’Moove Software, famosa per la piattaforma infofarm.net per quanto riguarda gli aspetti gestionali della farmacia, ha presentato Infofarm.eshop, piattaforma di commercio elettronico che permette al farmacista, sempre più manager della salute, di estendere la sua vetrina al mondo della rete.
La farmacia dei servizi, con la recente rivoluzione introdotta dall’entrata in vigore del decreto del Ministero della salute del 16 dicembre 2010, comunica ai cittadini con soluzioni di visual communication (digital signage), come quelli presentati da Farma Tre Informatica. Con l’ampia gamma di nuove analisi effettuabili in farmacia si pone il quesito degli spazi: dove eseguirli? In attesa di conoscere gli accordi che fisseranno i criteri minimi (ci vorranno spazi dedicati e separati per le prestazioni), Farma Sinergy ha già una soluzione pronta: il box FarmaEvolution supplisce proprio alla carenza di molte farmacie che non dispongono di una logistica che permetta di creare un ambiente idoneo, deputato appunto ad ospitare il reparto-analisi.
In mostra anche le new entry della telemedicina, come Linea Med HealthCare, l’unico servizio di telemedicina in campo dietetico-nutrizionale a livello mondiale. Un nuovo approccio che consente di creare un programma nutrizionale tagliato sul paziente, l’assistenza medica personalizzata a distanza, misurazione/analisi della composizione corporea e dello stato nutrizionale. La spirometria entra in farmacia, accanto ad elettrocardiogramma e saturimetria: la QBGroup ha lanciato un apparecchio compatto, Teox Pro, per questa tipologia di esami i cui esiti verranno inviati agli specialisti che referteranno gli esami restituendoli al farmacista. Vandoni ha illustrato la novità Aura di Salute, un sistema computerizzato per il controllo della sindrome metabolica in farmacia: una specie di corner specialistico dove il farmacista potrà misurare peso, pressione e profilo lipidico del paziente. Incrociando l’esito di queste misurazioni sarà possibile monitorare i valori che, secondo le linee guide ATP III, sono da considerarsi a rischio sindrome metabolica.
Non poteva mancare, alla luce della crescita del comparto dermocosmetico veicolato in farmacia, l’introduzione del marketing sensoriale con la presentazione del format Caracalla, ovvero un sistema di cabina estetica da inserire in farmacia, by Se.Br.Im, oppure un’altra tipologia di cabina estetica, proposta dalla Smei, con una piattaforma multifunzionale che supporta diversi applicatori funzionali (skin rejuvenation, epilazione, trattamento acne, skin tightening).

Irene Giurovich

Share Button