Print Friendly, PDF & Email

Presentato nei giorni scorsi il progetto Proassist 4.0 durante la sede del workshop “Assistenza Territoriale 4.0: strategie per il futuro” svolto presso il Polo Universitario Città di Prato.

Il progetto “PROASSIST 4.0. Gestione PeRsOnalizzata in realtime per un’ASSIStenza Territoriale 4.0”, di cui il Dipartimento Infermieristico e Ostetrico è il soggetto capofila si pone l’obiettivo di pianificare l’assistenza territoriale in funzione delle occorrenze e delle effettive esigenze dei pazienti/caregiver con l’uso di una APP dedicata.  I destinatari di tale servizio sono sia il personale sanitario, sia i pazienti stessi, che saranno attivamente coinvolti nel monitoraggio del proprio stato di salute.

Tramite un sistema di monitoraggio remoto e real-time sarà possibile effettuare una raccolta capillare dei parametri biometrici dei pazienti al fine di identificare eventuali criticità impreviste. All’interno dell’App personalizzata i pazienti potranno inserire le proprie misurazioni elaborate in tempo reale e il personale sanitario potrà verificare le stesse attivando la ripianificazione ottimizzata dei contatti e del proprio percorso di visite domiciliari.

“Si tratta di una semplice applicazione facilmente scaricabile sul cellulare in cui il paziente può inserire i suoi dati clinici che vengono trasmessi al personale sanitario per avere un quadro dello stato di salute e in questo modo personalizzare il tipo di assistenza-sottolinea il dottor Paolo Zoppi, Direttore Dipartimenti infermieristico Asl Toscana Centro”  

Durante l’iniziativa è stato trattato anche il tema dell’innovazione digitale legata allo sviluppo dei servizi territoriali ed in particolare di centrali operative territoriali, ovvero punti di riferimento per i professionisti sanitari del territorio che garantiscono una copertura h24, 7 giorni su 7 per rispondere a quei bisogni che necessitano di una risposta rapida.     

“L’innovazione digitale si inserisce appieno in un modello di continuità assistenziale in cui necessariamente la sinergia tra ospedale e territorio deve essere rafforzata attraverso la rete multidisciplinare di professionisti e interazioni continue tra medico e paziente, grazie a strumenti tecnologici innovativi, grazie ai quali il paziente svolge un ruolo attivo. Questo permetterà di rimodulare la pianificazione dell’assistenza territoriale, ovvero organizzare l’assistenza in modo tale da soddisfare i bisogni con gradiente di priorità – afferma il dottor Daniele Mannelli, Direttore rete territoriale Asl Toscana Centro”

Share Button