Print Friendly, PDF & Email

Oracle ha annunciato la disponibilità del suo “Clinical Digital Assistant” per le cliniche ambulatoriali. L’offerta mobile combina AI generativa, intelligenza clinica, assistenza multimodale tramite voce e schermo e semplificazione dei flussi di lavoro in una unica soluzione unificata, che consente agli operatori sanitari di dedicare tutta la loro attenzione alle esigenze dei pazienti. 

Integrata con il fascicolo sanitario elettronico di Oracle Health, la soluzione trasforma l’esperienza medico-paziente mettendo a fattor comune l’automazione clinica, la generazione di note basate sui consulti coi pazienti e la proposta di follow-up medico-sanitari, il tutto direttamente nel luogo di cura. Ad esempio, gli operatori non devono più interrompere gli appuntamenti con i pazienti per navigare tra i menu a tendina o scorrere le schermate per trovare le informazioni. Possono accedere immediatamente alle informazioni fondamentali della storia clinica di un paziente, come i risultati degli ultimi esami del sangue, semplicemente chiedendoli a Oracle Clinical Digital Assistant. Nel corso della visita medica, la soluzione acquisisce gli appunti completi del professionista secondo i modelli che utilizza abitualmente nella cartella clinica del paziente, con un risparmio quotidiano di ore preziose.

A differenza di altre soluzioni, Oracle Clinical Digital Assistant aiuta a generare le annotazioni in pochi minuti anziché in ore e supporta le azioni successive, tra cui la stesura di referti e prescrizioni di ricette mediche per l’approvazione e la programmazione di esami e appuntamenti di follow-up. Ciò contribuisce a migliorare l’accuratezza delle cartelle cliniche e l’efficienza del flusso di lavoro.

I medici di 13 organizzazioni americane che hanno adottato il sistema hanno risparmiato in media più di quattro minuti e mezzo per paziente, e di conseguenza dal -20 al -40% di tempo al giorno. Oltre a eliminare i passaggi, la soluzione automatizza l’intero processo di documentazione e lo sincronizza con la cartella clinica individuale del paziente senza fare copia e incolla. Questa automazione riduce in modo significativo il lavoro manuale che contribuisce allo stress e al burnout degli operatori sanitari. Per garantire la supervisione e il controllo, i medici completano l’interazione rivedendo, modificando e approvando le note e le azioni successive sul proprio computer o dispositivo mobile.

“I professionisti dedicano il 20-35% del loro tempo al lavoro amministrativo. Questo non è sostenibile e contribuisce al burnout. Abbiamo bisogno che i nostri operatori si concentrino sulle esigenze dei pazienti”, ha dichiarato Seema Verma, vicepresidente esecutivo e direttore generale di Oracle Health and Life Sciences. “L’innovativa tecnologia AI di Oracle Clinical Digital Assistant risolve questo problema e riporta la soddisfazione di medico e paziente nella pratica della medicina e dell’assistenza sanitaria”.

“Oracle Clinical Digital Assistant è l’aggiornamento tecnologico EHR più importante che vedrò nella mia carriera. Dagli anni 90, gli EHR hanno trasformato i medici in esperti di PC. Questo cambierà le cose”, ha dichiarato James Little, medico di base del St. John’s Health. “I nostri medici che hanno utilizzato questa tecnologia sono stati in grado di documentare le visite dei loro pazienti in tempo reale, consentendo di ottenere note di qualità senza compilare documenti dopo l’orario di lavoro”.

“Sebbene costruire relazioni sia essenziale per capire i miei pazienti e curarli al meglio, è difficile farlo stando seduti dietro lo schermo di un computer”, ha dichiarato il dottor Ryan McFarland, medico di famiglia presso Hudson Physicians. “Oracle Clinical Digital Assistant ha cambiato le carte in tavola. Posso semplicemente parlare e concentrarmi sui miei pazienti, mentre in sottofondo il sistema acquisisce tutti i dettagli, le note e le azioni successive. Questo non solo migliora l’esperienza mia e dei miei pazienti, ma ha anche ridotto notevolmente il tempo che devo dedicare all’aggiornamento delle mie note, dopo gli appuntamenti o dopo l’orario di lavoro”.

“Ciò che apprezzo di più di Oracle Clinical Digital Assistant è la possibilità di recuperare il contatto visivo e di prestare attenzione con calma a ciò che il paziente mi sta realmente dicendo”, ha dichiarato la dott.ssa Alicia Brooks, direttore medico di Fort Loudoun Primary Care, Covenant Health. “Oracle Clinical Digital Assistant mi aiuta a non sprecare tempo durante la visita per far ripetere le cose ai pazienti perché sto cercando di inserire le loro informazioni nel sistema. Posso concentrarmi sulla comprensione dei loro problemi e sulla definizione di una diagnosi chiara e di un piano di cura che soddisfi appieno le loro esigenze. Questo è molto più soddisfacente sia per me che per il paziente”.

“Oracle Clinical Digital Assistant mi fa risparmiare molto tempo, fino a 10-12 minuti per paziente”, ha dichiarato Patricia Doolin, APRN, T.J. Regional Health. “Le mie note sono più accurate, posso vedere più pazienti e dormire di più la notte!”.

“Apprezzo tantissimo Oracle Clinical Digital Assistant! È così utile e intelligente”, ha dichiarato la dottoressa Marjorie Albers, Billings Clinic. “Mi permette di vedere più pazienti e di uscire un’ora prima. E mi servono solo un minuto o due per modificare la mia nota”.