Print Friendly, PDF & Email

Ulss8_30x30_RGB_300dpi_ok.100x70 L’ULSS 8 di Asolo (Treviso) è stata premiata nell’ambito dei Premio Innovazione ICT Nordest in occasione della quinta edizione di SMAU Business Padova.

L’Unità Locale Socio Sanitaria di Asolo ha realizzato nel dicembre 2010 un progetto di Telemedicina, sponsorizzato della Direzione Strategica (Generale, Amministrativa e Sanitaria), che permette la rilevazione periodica dei parametri vitali di scompensati cardiaci di 2° e 3° livello. I parametri rilevati, attraverso un braccialetto elettronico al polso del paziente, riguardano l’elettrocardiogramma, la frequenza e il ritmo cardiaco, la pressione arteriosa, la saturazione parziale dell’ossigeno, la temperatura corporea e il peso. Il primo passo del processo prevede che a seguito dell’effettuazione della misurazione, i parametri siano inviati al repository centrale dell’ULSS attraverso linea telefonica o mediante scheda GPRS o UMTS, qualora il paziente sia fuori casa. La soluzione, inoltre, consente al medico di famiglia di accedere in qualunque momento con il proprio Smartphone al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) dell’assistito, monitorando i dati di telemedicina ricevuti. Allo stesso modo, anche l’assistito può consultare i propri documenti clinici e i propri parametri, accedendo al proprio FSE tramite Smartphone. L’accesso ai dati può essere concesso anche a uno specialista esterno tramite direttamente sul web, previa autorizzazione del paziente stesso. Il progetto coinvolge circa 40 pazienti, affetti da patologie cardiologiche, e vi hanno aderito 14 medici di Medicina Generale che operano nelle due unità territoriali di assistenza primaria (UTAP) di Castelfranco Veneto e di Crespano del Grappa. e i reparti di cardiologia dei 2 presidi ospedalieri. Al fine di perseguire una gestione del progetto efficace, sono stati creati dei tavoli di lavoro con i referenti del SIAD (Servizio di Assistenza Infermieristica Domiciliare) e con i Medici di Medicina Generale volti alla definizione del numero di assistiti, della classe di scompenso da monitorare, della tipologia di documentazione da inviare al Fascicolo Sanitario e della procedura per l’attività di monitoraggio. Inoltre sono stati attivati una serie di cicli di formazione tecnica/informatica del personale infermieristico, cui spetta il compito di attivare la piattaforma di telemedicina e di installare i dispositivi presso il paziente, e del servizio UTAP (Medici di Medicina Generale), che deve utilizzare il sistema di monitoraggio dei parametri vitali del paziente. Per il futuro è previsto un possibile ampliamento del bacino di utenza, con un eventuale coinvolgimento di pazienti con diverse patologie (ad esempio diabetici).
Con l’introduzione del sistema di Telemedicina, l’Unità Sanitaria Socio Sanitaria di Asolo ha registrato una riduzione degli accessi e dei ricoveri ospedalieri, resa possibile dal monitoraggio continuativo e proattivo dell’assistito, e la riduzione degli spostamenti del personale e dell’assistito, che ora può effettuare la rilevazione dei paramentri vitali che devono essere registrati continuativamente e con costanza nel tempo senza essere costretto a recarsi presso la struttura sanitaria di riferimento. Inoltre, la possibilità di controllare i parametri in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo ha comportato un significativo miglioramento nella qualità di vita dei pazienti e un maggiore livello di assistenza a garanzia della continuità della cura.

Share Button