Print Friendly, PDF & Email

E’ stato inaugurato il nuovo Day Service del presidio ospedaliero di Empoli, una delle prime esperienze del percorso PASS – Percorsi Assistenziali per Soggetti con bisogni Speciali – per dare risposte concrete alle persone con disabilità e alle loro famiglie.
Il nuovo reparto di Day Service garantisce le cure ospedaliere attraverso un modello organizzativo e assistenziale semplificato, con il quale possono essere erogate numerose prestazioni, diagnostiche e terapeutiche, e visite specialistiche per la presenta di teammultiprofessionali medici e infermieristici.
Il Day Service di Empoli si rivolge ai pazienti con patologie complesse e croniche; ai pazienti neurologici e con disabilità intellettiva e fisica e a coloro che sono affetti da gravi malattie degenerative come la sclerosi multipla e la SLA- sclerosi laterale amiotrofica.
Il Day Service di Empoli è stato realizzato al primo piano della struttura ospedaliera, nell’edificio “C”, in area medica, accanto all’osservazione breve intensiva, con un intervento di adeguamento strutturale ed impiantistico per un importo complessivo pari a 64.000 euro. I nuovi spazi sono costituiti da stanze per la diagnostica e la terapia e ambulatori; tutti gli ambienti sono dotati delle tecnologie necessarie ed adeguati alle funzioni sanitarie previste. Particolare attenzione è stata dedicata al comfort e all’accoglienza: dalla tinteggiatura delle parteti con tappezzerie colorate, all’installazione dell’impianto Tv per l’intrattenimento dei pazienti, per esempio durante le terapie infusive.
Il nuovo servizio rappresenta, quando è necessario, una forma alternativa al ricovero: migliora la qualità e l’appropriatezza delle prestazioni, riduce per gli ammalati i tempi di diagnosi e delle terapie e quindi il disagio di recarsi più volte nella struttura ospedaliera.
Nel progetto empolese di fatto sono state riunite in un unico servizio attività sanitarie prima sparse in vari reparti, con notevoli vantaggi per i pazienti che per le loro specifiche patologie ora avranno ambienti dedicati e maggiormente rispettosi della privacy.
Con la realizzazione del programma PASS nel Day Service si vuole evitare che le persone con i disturbi della comunicazione possano diventare incurabili perché non collaborano con i sanitari; ora una diversa organizzazione nell’accesso e nell’erogazione delle prestazioni ci aiuterà a superare molte difficoltà nel fare diagnosi e terapie, esattamente come avviene per gli altri pazienti del San Giuseppe.

Nessun articolo correlato
Share Button