Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto nel centro DREAM Ellar Allumando di Blantyre, per la prima volta su richiesta del Governo locale, un corso sull’epilessia e sull’elettroencefalografia promosso dal dottor Massimo Leone, Neurologo della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta e referente del programma Epilessia-DREAM, il programma della Comunità di Sant’Egidio realizzato con il sostegno dell’Istituto Besta e della Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani. Il corso ha coinvolto non solo i medici ma soprattutto i clinic officers, che, pur non essendo medici, curano istituzionalmente oltre il 90% di questi malati in Africa. Questo è dovuto alla grave carenza di medici e ancor più di specialisti. 

I dodici clinici che hanno partecipato al corso sono stati quasi tutti selezionati dall’ospedale del Governo; tutti già da anni seguivano malati con epilessia ma con conoscenze limitate. 

“La richiesta di formare personale dei due principali ospedali pubblici del Paese, quello della capitale Lilongwe e quello di Blantyre, ma anche di altre importanti istituzioni che hanno in carico malati con epilessia, è giunta proprio dalle autorità locali. È questo un importante riconoscimento del lavoro fatto fino a oggi, risultato delle buone pratiche, d’eccellenza, che stanno cambiando la storia dell’epilessia in quel Paese africano – precisa il dottor Massimo Leone della Neurologia3, Neuroalgologia del Besta -. Dream persegue il sogno di portare la Neurologia dove ancora non c’è: e oggi, grazie al progetto per l’epilessia nato nel 2018, sono già stati aperti sei nuovi Centri per la cura della malattia nei bambini e negli adulti in Malawi e in Repubblica Centrafricana”. 

“Grazie al partenariato Besta-Dream stiamo creando una cultura operativa delle cronicità in campo neurologico – prosegue il dottor Leone -. Tra il 2020 e il 2022 è gradualmente aumentato il numero di pazienti presi in carico nei centri Epilessia DREAM a Bangui, in Repubblica Centrafricana, e in Malawi: da 213 malati del 2020 si è passati a 588 nel 2021, ai 1064 attuali. È stato attivato un nuovo centro di teleneurologia nel centro DREAM di Kapire in Malawi nel 2021 e nel 2022 oltre cento clinici hanno partecipato ai nostri corsi di formazione in presenza in loco, nei due paesi africani dove si concentra l’accordo Besta-DREAM”. 

L’accordo di programma tra il Besta e la Comunità di Sant’Egidio gode dal 2020 anche del significativo sostegno della Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani. Nel 2019 è stato inoltre fondato al Besta il Gruppo di Studio della Società Italiana di Neurologia dedicato all’Africa di cui il Besta è divenuto un HUB di riferimento: la SIN si è poi unita al programma Epilessia Besta-DREAM-Mariani e ha donato un videoelettroencefalografo in Malawi. 

Commenta Lodovico Barassi, Presidente di Fondazione Mariani: “La formazione del personale medico e paramedico è, insieme all’assistenza e alla ricerca scientifica, uno dei settori di intervento di Fondazione Mariani, da oltre trent’anni impegnata nel sostegno e nella promozione della Neurologia infantile. Abbiamo scelto di essere partner di questo innovativo progetto internazionale perché crediamo in un sapere condiviso che, attraverso la formazione di personale locale, contribuisca concretamente a curare i bambini con epilessia, migliorando la loro qualità di vita e quella delle loro famiglie. Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti finora con il Programma DREAM e il significativo riconoscimento da parte del Governo del Malawi ci incoraggia a proseguire nel cammino intrapreso, affinché un numero sempre maggiore di piccoli malati possa ricevere cure da operatori adeguatamente formati”. 

In 20 anni la popolazione africana è raddoppiata, così anche l’epilessia, con quasi 25 milioni di malati, di cui oltre il 75% non ha accesso alle cure. Tra meno di 30 anni l’Africa raddoppierà di nuovo i suoi abitanti, avrà quasi il doppio degli abitanti della Cina. In questi mutamenti globali il Besta non sta alla finestra e continua a esprimere la sua eccellenza operativa anche in Africa, come conferma il Presidente dell’Istituto, Andrea Gambini: “Il dottor Massimo Leone da anni come Neurologo segue ‘sul campo’ il progetto DREAM per il nostro Istituto, progetto che lo scorso 6 luglio, a Zimpeto in Mozambico, ha ricevuto i complimenti anche del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – afferma il presidente del Besta -. Negli anni il nostro Istituto ha coinvolto altre realtà per far crescere, in numeri e in qualità, questo programma: tutto ciò ha portato a sviluppare modelli di cura innovativi e di impatto per la popolazione, a cui oggi partecipano i principali attori nazionali e internazionali. Parola chiave del programma è stata innanzitutto ‘neurologia territoriale’, che ha fatto sì che le cure arrivassero fuori dalle mura dell’ospedale, sul territorio”.  

Conclude Gambini: “Oggi siamo onorati di essere entrati anche nei due grandi ospedali del Malawi con la formazione. Fondamentali anche le tecnologie, la telemedicina e i farmaci senza i qualinon possiamo metter in pratica la formazione. L’accordo tra Besta e Sant’Egidio per l’Africa, col sostegno della Fondazione Mariani e della Società Italiana di Neurologia, ha consentito di formare oltre 200 operatori, installare due videoelettroencefalografi, eseguire oltre 600 elettroncefalogrammi e 1.700 teleconsulti di Neurologia”.

Share Button