Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

La struttura delle popolazioni di tutto il mondo sta cambiando in modo del tutto radicale, in favore della tendenza crescente verso l’invecchiamento progressivo. In risposta a questo fenomeno globale, anche l’assistenza sanitaria richiede un rapido e adeguato adattamento, che vede le applicazioni IoT mediche svilupparsi in un settore molto più ampio e con un elevato potenziale, rivoluzionando al contempo il concetto stesso di assistenza sanitaria. Taiwan eccelle in una serie di specialità di tecnologia medica, alcune delle quali sono considerate attualmente tra le migliori del continente asiatico.

Il 28 aprile scorso TAITRA, la principale organizzazione di promozione commerciale di Taiwan, ha promosso un webinar in cui ha presentato cinque marchi leader del settore della tecnologia medica taiwanese, e in particolare nell’ambito della Diagnostica per Immagini, Oftalmologia e della Telemedicina, tutti vincitori del prestigioso Taiwan Excellence Award: Leltek, Wincomm, Acer Healthcare, MiiS e Apollo Medical Optics.

I Taiwan Excellence Awards sono riconoscimenti istituiti dal Ministero degli Affari economici nel 1993. Ogni anno, i candidati idonei sono soggetti a un rigoroso sistema di selezione che copre quattro aspetti principali di “R&S”, “Design”, “Qualità” e “Marketing” al fine di identificare prodotti eccezionali in grado di offrire “valore innovativo” pur soddisfacendo il criterio chiave di essere “made in Taiwan”. I prodotti che sono stati selezionati per i Taiwan Excellence Awards servono come esempi delle industrie nazionali e saranno promossi dal governo nel mercato internazionale nel tentativo di plasmare l’immagine creativa per le imprese taiwanesi.

L’evento del 28 aprile è stato anticipato da un interessante intervento del Dr. Yu-Chuan Jack Li, docente del Graduate Institute of Biomedical Informatics della Taipei Medical University e dermatologo presso il Taipei Municipal Wanfang Hospital e presidente eletto dell’International Medical Informatics Association. Introducendo gli argomenti del webinar, il Dr. Jack Li ha voluto sottolineare le possibilità di istituzioni mediche, ospedali, cliniche, medici e operatori sanitari nel rimanere proattivi in questo particolare momento storico che vede l’intero settore medico-scientifico sempre più grande, complesso e sfaccettato, e in cui l’approccio basato sull’analisi dei dati è ormai diventato un fattore del tutto fondamentale per il mantenimento della salute e nella cura delle patologie.

Leltek, azienda specializzata nella miniaturizzazione di sistemi di imaging medico a ultrasuoni, ha presentato la nuova serie wireless portatile LeSONO LU700. Rispetto ai tradizionali sistemi di scansione a ultrasuoni, questi nuovi device integrano tutti gli algoritmi di imaging a ultrasuoni in un chip FGPA, e le immagini diagnostiche a ultrasuoni possono essere visualizzate e controllate direttamente dai dispositivi mobili dell’utente tramite connessione WIFI. Le dimensioni del prodotto sono estramente contenute e sono di soli 18 x 6 x 3 cm per un peso di appena 340 g. Rispetto agli altri prodotti a ultrasuoni portatili presenti sul mercato, l’azienda ha ridotto le dimensioni e migliorato anche la praticità d’uso. I modelli attualmente disponibili sono due: LU700C e LU700L, caratterizzati da un differente utilizzo e dalle differenti sedi anatomiche a cui sono destinati. Entrambi i modelli presentano un’autonomia di circa 4 ore continuate, e sono dotati di tutte le certificazioni a livello internazionale, tra cui l’FDA statunitense e la CE a livello europeo.

Wincomm è uno dei principali produttori di Taiwan di computer per uso professionale e industriale e prodotti per il settore dell’informatica. In particolare, l’azienda progetta e sviluppa Panel PC medicali, Box PC rugged Panel PC in acciaio inossidabile e prodotti software embedded per un’ampia gamma di settori e applicazioni.
Wincomm ha presentato il nuovo PC AIoMT medico WMP-19K, dotato di processori Intel di nona generazione, scheda grafica Geforce GTX-1060 e piattaforme PC panel predisposte per scheda Intel Movidius vision AI, che consentono la diagnosi medica assistita da intelligenza artificiale. Le applicazioni di imaging avanzate basate sull’intelligenza artificiale richiedono infatti una suite di tecnologie del tutto abilitanti: innanzitutto, processori dotati di funzionalità grafiche HD e di codifica/decodifica video con accelerazione hardware. Queste funzionalità sono disponibili su dispositivi di elaborazione dotati di processori Intel Core, che vengono già applicati in un’ampia gamma di applicazioni di imaging medico come ultrasuoni, raggi X, risonanza magnetica e scansioni TC. Tra le sue caratteristiche principali, compaiono: custodia in plastica anti-batterica; pannello LCD touch da 19″, con risoluzione 1.280 x 1.024; CPU Intel Core i5/i7 di ottava/nona generazione; supporto Dual Channel DDR4 fino a 64 GB; scheda grafica GeForce GTX 1060 con 6 GB di memoria video dedicata; supporto dell’espansione PCIe per la scheda Intel Movidius Vision AI.
Il modello WMP-19K è ideale per una gamma di diversi dispositivi medici e macchine in ambiente ospedaliero. Dotato di schede grafiche MXM compatibili con imaging medicale 3D, è in grado di portare l’imaging medicale a un livello superiore e consentire anche l’integrazione di periferiche come webcam per lo streaming live di test di laboratorio od operazioni chirurgiche. Inoltre, può vantare una potenza sufficiente per poter funzionare in modalità AIoMT all’interno di ospedali e unità di crisi. Può essere infine fissato a una parete o utilizzato su carrelli medici alimentati al fine di essere spostato nelle stanze di degenza, nelle sale operatorie o nei laboratori.

Fondata nel 1976, Acer è una delle principali società ICT al mondo, presente in oltre 160 Paesi. La sua sussidiaria dedicata alla medicina Acer Healthcare ha utilizzato l’intelligenza artificiale e le tecniche di deep learning per realizzare un software in grado di raggiungere un livello di sicurezza diagnostica simile a quello di un oftalmologo. Il nuovo VeriSee DR è difatti un software di diagnostica, assistita da intelligenza artificiale, che si basa sull’esperienza degli oftalmologi del National Taiwan University Hospital nella diagnosi della retinopatia diabetica. Grazie all’esperienza di Acer nella progettazione nel settore dei PC, questo software è stato quindi integrato in un dispositivo di edge computing, permettendogli di elaborare localmente senza dover passare attraverso una rete. Ogni volta che un’immagine del fondo oculare viene memorizzata, l’immagine viene automaticamente caricata su VeriSee per la verifica della qualità. Dopo che la qualità dell’immagine è stata verificata dall’utente, l’immagine può poi essere analizzata. È possibile caricare fino a 1.000 immagini del fondo oculare contemporaneamente su VeriSee. I file di analisi vengono salvati in formato CSV per una comoda connessione ai sistemi ospedalieri e per l’utilizzo in ricerche pertinenti e, dopo l’analisi, i report possono essere modificati ed esportati in formato PDF.

Nato dall’incubatore della National Chiao Tung University, Medimaging Integrated Solution è un partner fidato di ospedali, scuole di medicina, e organizzazioni sanitarie, fornendo soluzioni diagnostiche digitali e portatili di elevata qualità. MiiS, già più volte vincitore del Taiwan Excellence Award con i prodotti a marchio Horus Scope – in particolare nell’ultimo anno con il modello DEA 200 -, ha presentato un nuovo modulo per micro camera, particolarmente indicato per piattaforme per endoscopia o per dispositivi mPDA di ultima generazione. Davvero elevate le performance ottiche assicurate dal nuovo componente, pari a: MCCA 400 x 400, 100lux@50mm, FOV 90 e DOF 7~50mm. I prodotti di prossima introduzione sono difatti il nuovo endoscopio EES 100 e il nuovo palmare PDA portatile MPD 100.

Fondata nel 2015, Apollo Medical Optics sviluppa dispositivi di imaging ottico basati sulla tecnologia Tomografia a coerenza ottica. L’esclusiva tecnologia in fibra di cristallo di AMO porta l’OCT in una nuova era, in grado di offrire un vantaggio competitivo, con una risoluzione a livello cellulare e una maggiore velocità di scansione. Utilizzando una tecnica di interferometria, la tecnologia OCT può differenziare la luce retrodiffusa da diversi strati all’interno del campione e ricostruire la microstruttura del tessuto. La risoluzione di un sistema OCT dipende dalla lunghezza di coerenza della sorgente luminosa. Con una sorgente di luce a bassa coerenza, è possibile ottenere immagini cellulari con una risoluzione assiale inferiore a un micron.
Il nuovo sistema di imaging ApolloVue S100 è uno strumento non invasivo per l’acquisizione di immagini tridimensionali con risoluzione cellulare e mira a consentire di ridurre il numero e la frequenza delle biopsie cutanee. ApolloVue S100 è infatti in grado di offrire: scansione in vivo non invasiva; immagini in tempo reale e tridimensionali; integrazione della guida delle immagini e del sistema OCT, immagini OCT con risoluzione a livello cellulare, profondità di scansione di 400 μm che copre l’epidermide e il derma superiore. ApolloVue è un sistema OCT a campo pieno basato su Mirau. Il fotodiodo in un sistema OCT convenzionale è sostituito da una telecamera in un sistema OCT a campo pieno. Il meccanismo di rilevamento parallelo aumenta notevolmente la velocità di scansione. ApolloVue sfrutta anche un interferometro Mirau, che combina percorsi ottici di riferimento e campione dopo la lente dell’obiettivo. Riduce le dimensioni del sistema FF-OCT e consente la scansione simultanea del campione e dei bracci di riferimento, evitando l’abbandono del gating confocale e di coerenza e quindi aumentando la profondità di scansione.

Share Button