Print Friendly, PDF & Email

L’estate è tradizionalmente associata a momenti felici e spensierati, il periodo di relax in cui fare le valigie, partire e dimenticare le preoccupazioni della vita quotidiana. Tuttavia, per molti, la stagione estiva è fonte di ansia e stress, con pressioni sociali che impongono di sentirsi bene e divertirsi a tutti i costi: l’estate può infatti portare a sperimentare la FOMO o sensazioni di disagio per il proprio aspetto fisico. Oppure ancora, può provocare forme di stress legate al fare la valigia, spostarsi in aereo o alla gestione delle relazioni nell’organizzazione delle ferie in famiglia o tra coppie. Anche la genitorialità, infine, può causare malesseri legati, ad esempio, alla paura di non riuscire a mantenere le aspettative dei figli o a gestirli durante le vacanze estive.

Proprio con l’obiettivo di aiutare le persone ad accettare e affrontare con maggior serenità e consapevolezza questi stati d’animo e sensibilizzarle a prendersi cura del proprio benessere psicologico, Unobravo lancia la campagna digitale Vacansie.

La campagna, la cui creatività è firmata internamente dal team creativo di Unobravo, metterà in campo per tutta l’estate una digital content strategy a 360° con la partecipazione di influencer e creator, scelti da Unobravo per la loro sensibilità verso i temi di salute mentale, e con il coinvolgimento della community di Unobravo. Verranno infatti valorizzati gli User Generated Content per stimolare il confronto tra utenti e psicologi e favorire una maggiore consapevolezza del proprio benessere mentale. Parte della campagna anche la partnership con la travel tech company SiVola.

“La salute mentale non va in vacanza: con Vacansie vogliamo invitare le persone a riconoscere e abbracciare eventuali fragilità senza vergogna e senza sentirsi in dovere di ‘stare bene’ per forza. A tutti può capitare di provare sentimenti spiacevoli o sensazioni di malessere. Questi stati d’animo possono rivelare aspetti profondi di noi stessi, che meritano di essere esplorati e compresi, anche con l’aiuto di un professionista”, spiega Angela Sansone, Head of Marketing di Unobravo. “Come Unobravo vogliamo sempre essere al fianco delle persone, offrendo loro un supporto concreto anche durante il periodo estivo: grazie alla psicologia online, è possibile parlare con uno psicologo da remoto, dalla località di villeggiatura, da casa propria o da ovunque ci si trovi nel mondo. Il supporto psicologico diventa così un compagno di viaggio grazie al quale riuscire a vivere l’estate, e ogni momento dell’anno, con maggiore serenità e consapevolezza”.

La campagna digitale di Unobravo prenderà il via sui social stimolando la community a interagire attraverso quiz, sondaggi, giochi e box domande legati al tema del benessere mentale nel periodo estivo, per raccontare e condividere le proprie Vacansie.

Anche SiVola, la travel tech company specializzata in viaggi di gruppo, si unirà all’iniziativa coinvolgendo la propria fanbase di viaggiatori. Attraverso comunicazioni congiunte sui social e in newsletter, Unobravo e SiVola accenderanno i riflettori sul potere trasformativo del viaggio, che è spesso un momento utile per esplorare e riscoprire se stessi, incoraggiando gli utenti a superare eventuali paure o ansie e a partire per una straordinaria avventura fuori e dentro di sé.

Unobravo condividerà quindi approfondimenti dedicati sia sui social che sul blog: i terapeuti di Unobravo saranno impegnati in prima linea per commentare le ansie più frequenti e rispondere ai dubbi e alle domande degli utenti, offrendo strumenti utili per affrontare al meglio le vacanze. Inoltre, le Vacansie più segnalate dagli utenti saranno raccontate e condivise sui canali social di Unobravo, con l’obiettivo di normalizzarle e ricordare l’importanza di prendersi cura del proprio benessere mentale durante tutto l’anno.

Nell’ambito della campagna Vacansie, Unobravo ha inoltre stilato insieme alla Dott.ssa Valeria Fiorenza Perris, Psicoterapeuta e Clinical Director di Unobravo, una lista di 10 consigli per affrontare le ansie e lo stress legati al periodo estivo e ai viaggi.

1 – Accettare le proprie emozioni – Il primo passo da fare è normalizzare il fatto che non tutti vivono l’estate con spensieratezza e serenità: è importante riconoscere e accettare le proprie emozioni, qualunque esse siano, senza giudicarle, con la consapevolezza che non sia possibile essere sempre felici e che possa capitare a tutti di sentirsi ansiosi o stressati.

2 – Mantenere una routine – Anche durante il periodo estivo è utile mantenere una propria routine quotidiana. Avere abitudini regolari può infatti infondere un senso di stabilità, contribuendo a ridurre il proprio malessere.

3 – Evitare il confronto – In estate, la pressione di conformarsi a ideali sociali e mediatici di vacanze o corpi perfetti può farsi sentire più che in altri momenti dell’anno. Confrontare le proprie esperienze o la propria forma fisica con quella degli altri può portare a sentirsi insicuri ed eccessivamente autocritici. Concentrarsi su ciò che fa stare bene e accettare sé stessi per come si è, valorizzando le proprie esperienze e la propria unicità, è fondamentale per mantenere la propria salute mentale durante l’estate e in ogni momento dell’anno.

4 – Stabilire aspettative realistiche – È poi importante non crearsi aspettative irrealistiche su come dovrebbe essere la propria estate, per poter vivere le esperienze con una maggiore soddisfazione personale. Dedicarsi ad attività che portano felicità e benessere personale è più salutare rispetto a sentirsi obbligati a conformarsi a ideali esterni o ad aspettative sociali.

5 – Seguire il proprio ritmo – È essenziale trovare il proprio ritmo e rispettarlo: anche nella scelta delle vacanze è fondamentale rispettare le proprie preferenze personali, optando per destinazioni e attività in linea con i propri reali bisogni e desideri.

6 – Prendersi del tempo – Ritagliarsi dei momenti per sé dedicandosi ad attività che favoriscono il riposo è importantissimo. Leggere un libro, ascoltare musica, fare una passeggiata nella natura, così come concedersi dei momenti per riposare, può contribuire a ridurre lo stress e a ritrovare l’equilibrio interiore.

7 – Pianificare con attenzione – Per alcune persone, l’organizzazione delle vacanze può essere fonte di grande stress. Pianificare con anticipo può ridurre la possibilità di imprevisti permettendo, di conseguenza, di vivere ogni fase del viaggio con maggiore tranquillità e spensieratezza.

8 – Godersi il presente – Anche sotto l’ombrellone, può capitare che facciano capolino preoccupazioni legate alle responsabilità quotidiane che si paleseranno al rientro. Questa proiezione nel futuro può impedire di godersi appieno il presente. È dunque importante imparare a concedersi il permesso di vivere nel presente.

9 – Disconnettersi – In un mondo iperconnesso, molte persone si sentono in dovere di essere sempre raggiungibili. Approfittare delle vacanze estive per limitare l’uso dei dispositivi digitali può essere estremamente benefico, permettendo infatti di ridurre lo stress legato alle responsabilità professionali, consentendo poi di rilassarsi e ricaricare le batterie.

10 – Concedersi un rientro graduale – Al rientro dalle vacanze, se possibile, può essere utile concedersi qualche giorno di assestamento prima di tornare a immergersi nella routine abituale, per ridurre l’ansia e accusare meno lo stress da rientro. È dunque consigliabile tornare qualche giorno prima che le ferie siano effettivamente finite così da avere il tempo necessario per prepararsi con tranquillità alla ripresa, riabituarsi alla routine e riprendere le attività lavorative con gradualità.