Print Friendly, PDF & Email

Grazie a un’apparecchiatura progettata da un’azienda fiorentina leader nella fabbricazione di laser medicali, è stato eseguito a Pisa un innovativo intervento mininvasivo per la distruzione di un tumore maligno alla tiroide.
L’équipe è stata guidata da Teresa Rago, dell’unità operativa Endocrinologia 1, che ha avuto la collaborazione dell’unità operativa Endocrinochirurgia.
La paziente, poco più che trentenne e proveniente dal sud Italia, aveva un microcarcinoma papillare della tiroide, cioè un tumore di dimensione non superiore a 12 mm, che ha solitamente una prognosi favorevole e bassi tassi di recidiva.

L’intervento è consistito nell’ablazione del tumore grazie all’erogazione localizzata di energia laser, attraverso una fibra ottica introdotta con un sottilissimo ago. La paziente ha ricevuto solo una blanda sedazione e non ha avuto alcun disturbo né durante né dopo il trattamento.
Questa procedura – adottata all’Azienda ospedaliero-universitaria pisana e al Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York – apre nuove prospettive: il trattamento è di breve durata, ben tollerato dal paziente, non è invasivo e non necessita di anestesia generale.
Profonda soddisfazione per l’esito dell’intervento è stata espressa dall’assessore al diritto alla salute e sanità della Regione Toscana, che si è complimentato con i professionisti dell’Azienda ospedaliero-universitaria pisana.

Nessun articolo correlato
Share Button