Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Takeda Pharmaceutical Company ha annunciato il completamento della preannunciata vendita di Takeda Consumer Healthcare Company a Oscar A-Co KK, una società controllata da fondi gestiti da The Blackstone Group e relative affiliate per un valore totale di 242 miliardi di yen giapponesi. L’accordo di cessione era stato preannunciato ad agosto 2020.

A seguito del trasferimento di azioni, TCHC sarà esclusa dal piano di consolidamento di Takeda e proseguirà la propria attività come Alinamin Pharmaceutical Co.

Nel portafoglio ceduto rientrano diversi farmaci da banco e prodotti sanitari che hanno generato nell’esercizio 2019 ricavi totali per oltre 60 miliardi di yen giapponesi.

I marchi regionali di CHC includevano Alinamin, il suo prodotto più venduto e il primo preparato giapponese di vitamina B1, e Benza, un rimedio contro il raffreddore. Takeda è fiduciosa che con Blackstone, Alinamin Pharmaceuticals sarà ben posizionata per continuare a crescere e sviluppare la sua offerta di prodotti negli anni a venire per soddisfare le esigenze in evoluzione dei consumatori. Takeda intende utilizzare i proventi della vendita per ridurre il proprio debito e accelerare il deleveraging verso il suo obiettivo di 2x debito netto / EBITDA rettificato entro FY2021 – FY2023. Takeda ha mantenuto lo slancio nella sua strategia di cessione e ha superato il suo obiettivo di cessione di asset non core di 10 miliardi di dollari. Takeda ha annunciato 12 accordi da gennaio 2019, per un valore totale aggregato fino a circa 12,9 miliardi di dollari. Il prezzo di vendita è attualmente previsto a circa 230 miliardi di yen, soggetto ad alcuni aggiustamenti, tra cui l’indebitamento netto e il capitale circolante di TCHC e Takeda Healthcare Products Company Limited al 31 marzo 2021. Con il completamento del trasferimento delle azioni, sarà riconosciuta una plusvalenza fiscale di circa 140 miliardi di yen sulla vendita di azioni di una controllata e Takeda prevede che l’utile netto riferito attribuibile ai proprietari della Società aumenterà di circa lo stesso importo nell’anno fiscale terminato il 31 marzo 2021.

Share Button