Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Philips ha diffuso i risultati finanziari relativi al terzo trimestre delll’esercizio 2020, periodo in cui le vendite sono ammontate a 5 miliardi di euro, con una crescita comparabile del 10%. L’assunzione di ordini comparabili è aumentata del 3%; l’assunzione di ordini comparabili segnalata è diminuita del 18%. Il reddito delle operazioni continue è aumentato a 341 milioni di euro, rispetto ai 211 milioni di euro nel terzo trimestre del 2019. Il margine EBITA rettificato è aumentato al 15,4% delle vendite, rispetto al 12,4% delle vendite nel terzo trimestre del 2019. Il reddito operativo è migliorato a 476 milioni di euro, rispetto ai 320 milioni di euro nel terzo trimestre del 2019.
Il flusso di cassa operativo è migliorato a 770 milioni di euro, rispetto ai 356 milioni di euro nel terzo trimestre del 2019.
Frans van Houten, CEO di Philips, ha commentato: “È chiaro che la pandemia COVID-19 è tutt’altro che finita e i nostri team rimangono completamente concentrati sulla fornitura contro il nostro triplice dovere di cura: soddisfare le esigenze critiche dei clienti, salvaguardare la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti e garantire la continuità aziendale. Sono lieto che, in circostanze difficili, siamo stati in grado di eseguire i nostri piani e tornare alla crescita e al miglioramento della redditività per il Gruppo nel terzo trimestre. Spinto dalla conversione di successo del portafoglio ordini Connected Care per monitor e ventilatori dei pazienti e da un robusto rimbalzo della domanda per il nostro portafoglio di prodotti per la salute personale, Philips ha registrato una forte crescita delle vendite comparabile del 10% e ha fornito un miglioramento del margine EBITA rettificato di 300 punti base a 15,4%. Le attività di Connected Care hanno registrato una crescita delle vendite comparabile del 42% molto forte e le nostre attività di salute personale hanno registrato una crescita delle vendite comparabile del 6%. Sono incoraggiato dal miglioramento delle prestazioni delle nostre attività di diagnosi e trattamento a un calo delle vendite comparabile a una cifra bassa rispetto a un calo a una cifra elevata nel trimestre precedente. Ad agosto, abbiamo fornito l’aggiornamento secondo cui il contratto del ventilatore ospedaliero di Philips nell’aprile 2020 con il Department of Health and Human Services era stato inaspettatamente parzialmente risolto. Di conseguenza, abbiamo registrato un calo comparabile degli ordini per il Gruppo del 18%. Escludendo questa risoluzione parziale, l’assunzione di ordini comparabili è aumentata del 3%, rafforzando ulteriormente la solida crescita nei trimestri precedenti. Il lavoro che stiamo svolgendo per supportare gli operatori sanitari e il personale medico con la fornitura di COVID-19 e cure regolari rimane una priorità assoluta per tutti noi di Philips. In stretta collaborazione con i nostri fornitori e partner, abbiamo aumentato notevolmente i volumi di produzione di prodotti e soluzioni per aiutare a diagnosticare, trattare, monitorare e gestire i pazienti COVID-19. Abbiamo introdotto un nuovo kit di distribuzione rapida delle apparecchiature per i ramp-up di terapia intensiva, che consente al personale ospedaliero di implementare rapidamente funzionalità di monitoraggio dei pazienti quando è necessaria una capacità aggiuntiva di assistenza critica. Per migliorare l’assistenza ai pazienti e migliorare la produttività degli operatori sanitari, Philips ha stipulato 11 partnership strategiche a lungo termine con ospedali negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. Abbiamo annunciato una nuova partnership pluriennale con il Tampa General Hospital, uno dei più grandi ospedali degli Stati Uniti, per sostituire tutti i monitor dei pazienti e aggiornare le tecnologie di imaging chiave nei laboratori di cateterizzazione e nelle sale di radiologia interventistica. Forniremo inoltre a questo ospedale soluzioni uniche per il flusso di lavoro e servizi di gestione delle prestazioni operative. Guardando al futuro, continuiamo a vedere incertezza e volatilità legate all’impatto di COVID-19 in tutto il mondo, ma il nostro portafoglio ordini rimane solido. Per l’intero anno 2020, continuiamo a prevedere una crescita modesta delle vendite comparabili, con un margine EBITA rettificato di circa il livello dello scorso anno”.

Le attività di Diagnosi e trattamento hanno registrato un calo delle vendite comparabile del 3%, rispetto a un calo delle vendite del 9% nel secondo trimestre del 2020. Il posticipo delle installazioni e il graduale ripristino delle procedure elettive hanno portato a un calo delle vendite comparabile a una cifra bassa in Diagnostic Imaging and Image -Terapia guidata e calo a doppia cifra degli ultrasuoni. L’assunzione di ordini comparabili ha mostrato una diminuzione del 5%, rispetto a una diminuzione del 20% nel secondo trimestre del 2020. Il margine EBITA rettificato è sceso al 9,7%, principalmente a causa dei volumi inferiori e della copertura della fabbrica, nonché dei cambiamenti nel mix.

Le vendite comparabili nelle attività di Connected Care sono aumentate del 42%, con una crescita a due cifre in Monitoraggio e analisi e Cura del sonno e delle vie respiratorie. Escludendo la risoluzione parziale del contratto del ventilatore con HHS, l’assunzione di ordini comparabili ha mostrato un aumento a due cifre, con una forte crescita in tutte le attività. Il margine EBITA rettificato è aumentato al 27,1%, trainato da volumi più elevati e leva operativa.

Le attività di Personal Health hanno registrato un aumento delle vendite comparabile del 6%, trainato da una crescita a una cifra elevata nei settori della cura della persona e degli elettrodomestici. Il margine EBITA rettificato è stato pari al 14,5%, che include un impatto valutario negativo.

Nel terzo trimestre, i risparmi sugli acquisti sono stati pari a 62 milioni di euro. I programmi generali e altri programmi di produttività hanno consentito un risparmio di 58 milioni di euro. Di conseguenza, Philips è sulla buona strada per offrire oltre 400 milioni di euro di risparmi in termini di produttività per il 2020 e oltre 1,8 miliardi di euro di risparmi di produttività per il Gruppo per il periodo 2017-2020.

In occasione del Capital Markets Day della società con investitori e analisti finanziari il 6 novembre 2020, Philips fornirà ulteriori dettagli sul suo piano strategico e sulla traiettoria delle prestazioni per il periodo 2021-2025.

“Siamo entusiasti di continuare il nostro viaggio per creare ulteriore valore migliorando la crescita e la redditività, pur riconoscendo che ci troviamo in tempi molto incerti e con l’ipotesi che l’economia mondiale tornerà a crescere il prossimo anno”, ha affermato Frans van Houten. “I nuovi obiettivi sono sostenuti dai nostri imperativi strategici per migliorare ulteriormente l’eccellenza operativa e dei clienti, aumentare la crescita nelle nostre attività principali attraverso l’espansione geografica e più partnership con i clienti e vincere con soluzioni innovative lungo il continuum della salute. La nostra strategia per trasformare l’assistenza lungo il continuum della salute – da una vita sana e prevenzione a diagnosi e trattamento, telemedicina e assistenza domiciliare – risuona fortemente con i clienti ed è stata ulteriormente convalidata durante la pandemia COVID-19 “.

Share Button