Print Friendly, PDF & Email

Royal Philips ha annunciato un accordo di partnership strategica con NICO.LAB, una società MedTech per la cura dell’ictus. Insieme alle capacità di ictus recentemente ampliate di Philips Image Guided Therapy System – Azurion – questa nuova partnership fa avanzare in modo significativo l’impegno di Philips nel migliorare i risultati per le persone che soffrono di ictus. Philips sta collegando informazioni, tecnologie e persone attraverso il percorso di cura dell’ictus, consentendo ai team di assistenza di lavorare rapidamente e agire con decisione, un fattore chiave per fornire il miglior trattamento ai pazienti. L’ictus rimane la prima causa di disabilità A livello globale, un adulto su quattro di età superiore ai 25 anni subirà un ictus nel corso della sua vita. L’ictus è la prima causa di disabilità e la seconda causa di morte nel mondo. Secondo la U.S. National Stroke Association, il 40% delle vittime di ictus sperimenta menomazioni da moderate a gravi che richiedono bisogni speciali per il resto della loro vita, con un altro 25% che continua a soffrire di menomazioni minori. La chiave per ridurre il rischio di morte o disabilità è far curare i pazienti colpiti da ictus il più rapidamente possibile. I medici in un contesto di emergenza per l’ictus stanno combattendo contro il tempo e sono sotto forte pressione per prendere decisioni terapeutiche ottimali. Nonostante l’imperativo della velocità, i team di assistenza attualmente perdono tempo prezioso a causa di lacune nella comunicazione, nelle informazioni e nell’accesso alle competenze in materia di ictus. “Il più grande vantaggio per un trattamento più rapido per i pazienti con ictus è nel flusso di lavoro”, ha affermato il professor Dr. Wim van Zwam, radiologo interventista presso il Maastricht University Medical Center. “La riduzione del tempo di elaborazione dei pazienti richiede uno scambio più rapido di informazioni critiche sui pazienti, come immagini mediche di alta qualità, tra ospedali e reparti, al fine di decidere il miglior trattamento per il paziente”. Soluzioni per tutto il percorso di cura dell’ictus Philips ha un ampio portafoglio di soluzioni per la cura dell’ictus e un forte impegno per un’ulteriore innovazione in questo campo. La sua partnership con NICO.LAB offre una soluzione di triage e gestione dell’ictus basata su intelligenza artificiale end-to-end basata su cloud – StrokeViewer – che mira a migliorare l’esito del paziente ottimizzando il flusso di lavoro dell’ictus. Analizza i dati della scansione TC con l’intelligenza artificiale e rileva automaticamente l’occlusione di grandi vasi e la sua posizione. Quindi condivide questa analisi con i medici sia dei centri primari dell’ictus che dei centri di intervento dove il paziente viene infine curato. Le recenti innovazioni Philips che ottimizzano le capacità di imaging della sua Image Guided Therapy Angiography Suite con il nuovo strumento di visualizzazione e misurazione 3D – SmartCT – mirano a portare i pazienti in trattamento rapidamente. Philips sta anche sperimentando un nuovo approccio per accelerare il trattamento dell’ictus per i pazienti con ictus precoce bypassando le scansioni diagnostiche TC o RM in alcuni tipi di centro ictus. In data odierna, Philips ha annunciato il primo paziente arruolato nello studio WE-TRUST, uno studio clinico randomizzato multicentrico globale per valutare l’impatto di un flusso di lavoro Direct to Angio Suite incentrato sul miglioramento dell’assistenza ai pazienti con ictus. Questo approccio può consentire un rapido instradamento del paziente e, con le nuove funzionalità di imaging SmartCT nella suite Azurion Angio di Philips, è possibile eseguire ulteriori diagnosi per confermare l’idoneità al trattamento.

“Espandendo la nostra offerta nella cura dell’ictus, siamo in grado di fornire un portafoglio integrato di soluzioni intelligenti attraverso l’intero percorso di cura dell’ictus, fornendo ai medici le informazioni giuste durante ogni fase critica”, ha affermato Bert van Meurs, Chief Business Leader per Image Guided Therapy presso Philips. “Con il nostro portafoglio integrato e utilizzando tecnologie cloud e AI convalidate, possiamo facilitare l’assistenza collaborativa per ottimizzare il percorso di cura dell’ictus dalla diagnosi al trattamento”. Il portfolio di Philips per l’ictus include soluzioni per il monitoraggio e la comunicazione dell’ictus nelle ambulanze, la valutazione del paziente con tele-ictus, l’analisi e l’imaging diagnostico, la terapia guidata dalle immagini, il monitoraggio e la valutazione neurologica e altro ancora.

Share Button