Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta a Lugo la conferenza stampa di presentazione della dott.ssa Giulia Ricci Lucchi, nominata dalla Direzione a capo dell’Unità Operativa “Servizio di Cardiologia” dell’ospedale di Lugo

Già in servizio all’U.O. di Cardiologia di Lugo da gennaio 2023 con un incarico di Direttore f.f. con la nuova nomina la dott.ssa Giulia Ricci Lucchi è ora direttore della U.O. “Servizio di Cardiologia” dell’ospedale di Lugo. Nata a Modenadopo la laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel1997, si specializza in Cardiologia nel 2001 nel medesimo ateneo. La sua carriera professionale inizia nel marzo 2002, con un contratto libero professionale, presso l’Unità Operativa di Cardiologia dell’ospedale S. Maria delle Croci, per un programma di attività assistenziale incentrato sull’emergenza cardiologica con particolare riferimento al rapporto fra Unità Operative di Cardiologia, emergenza-urgenza territoriale, Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza. Nel 2003, prende servizio, in qualità di dirigente medico di 1° livello, presso l’I.O. di Cardiologia dell’ospedale di Fidenza (PR) e torna in Romagna nel maggio 2004 con lo stesso incarico, all’U.O. di Cardiologia dell’ospedale di Ravenna. Svolge attività nella degenza cardiologica e in Utic, dove si occupa della gestione dei pazienti acuti, ad alta intensità di cura. È referente per i rapporti con i Medici di Medicina Generale per i percorsi post dimissione. Da luglio 2019, diviene responsabile del Servizio di Cardiologia dell’ospedale Infermi di Faenza e nel gennaio 2023, va a ricoprire il ruolo di facente funzione dell’U.O. Servizio di Cardiologia dell’ospedale di Lugo, per diventarne poi titolare nel luglio 2023. Oltre alla importante attività clinica svolta prima a Faenza e tutt’ora nella U.O Servizio di Cardiologica di Lugo, il suo impegno è stato rivolto alla riorganizzazione dell’attività ambulatoriale del Servizio, con particolare attenzione all’implementazione delle prestazioni ambulatoriali con percorsi dedicati, quali cardio-oncologia, scompenso cardiaco, aritmologia e cardiopatia ischemica. L’implementazione degli ambulatori dedicati e la presa in carico degli utenti si è sviluppata in un percorso di condivisione con i servizi del territorio. Autrice di numerose pubblicazioni scientifiche, ha partecipato in qualità di referente a attività di ricerca in particolare sullo studio dell’infarto miocardico giovanile.