Print Friendly, PDF & Email

Dopo oltre un anno di rinvii e cancellazioni forzate, gli italiani riprendono la corsa ai controlli medici di routine: tra questi anche gli esami relativi al controllo del rischio cardiovascolare, che in Italia resta la prima causa di morte. Vanno oltre ogni previsione, infatti, i risultati del Mese del Cuore 2021, iniziativa riattivata da Danacol e Policlinico Gemelli proprio in virtù dell’urgenza di riportare la salute del cuore al centro dell’attenzione e incoraggiare la cultura della prevenzione.

Sono andati esauriti in 4 fine settimana i 1.000 screening per la misurazione dei 7 fattori di rischio cardiovascolare, fra cui il colesterolo, messi a disposizione da Danacol ed effettuati da un team di medici coordinato dal professor Francesco Landi, Direttore UOC Medicina Interna Geriatrica Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Docente di Medicina Interna e Geriatria all’Università Cattolica del Sacro Cuore, campus di Roma.

Importante è stata anche la corsa digitale degli italiani che, sulla piattaforma www.mesedelcuore.danacol.it, hanno potuto effettuare comodamente da casa un semplice test di autovalutazione on line: oltre 5000 persone hanno potuto così misurare il proprio stato di salute in relazione ai 7 fattori di rischio.

“In quanto azienda B Corp, il nostro obiettivo è quello di generare un impatto positivo sulla vita delle persone e delle comunità nelle quali operiamo, grazie a marchi attivisti come Danacol e alla costruzione di sinergie virtuose come questa storica con il Policlinico Gemelli. Quest’anno abbiamo riattivato l’iniziativa Mese del Cuore per riportare l’attenzione di tutti sul valore della prevenzione dopo un lungo periodo di drastica riduzione dei controlli medici di routine a causa della pandemia. In linea con la nostra mission di “portare la salute attraverso l’alimentazione” con questa iniziativa vogliamo contribuire a diffondere un’attenzione alla corretta alimentazione e al mantenimento di uno stile di vita sano” afferma Fabrizio Gavelli, Amministratore Delegato Danone Company Italia e Grecia.

“Il colesterolo è uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare e uno stile di vita sano, una dieta equilibrata, insieme ad una adeguata attività fisica, contribuiscono a tenerlo sotto controllo. Abbiamo voluto riattivare il Mese del Cuore perché la salute cardiovascolare torni al centro delle nostre vite: Danacol da sempre si prende attivamente cura della salute degli italiani e con i suoi steroli vegetali riduce il colesterolo.” afferma Jordi Guitart, Marketing Director di Danone.

L’impegno per la prevenzione e l’invecchiamento in salute prosegue in occasione della Longevity Run – sostenuta da Danacol e Fortifit -, l’evento di sensibilizzazione per uno stile di vita sano e attivo che si terrà alle Terme di Caracalla di Roma il 23 e 24 ottobre. Sabato 23 sarà l’ultima occasione per effettuare uno screening gratuito sui 7 fattori di rischio cardiovascolare all’interno del “Villaggio della Prevenzione”, mentre domenica si terrà una gara podistica di 5 Km, con partenza dallo Stadio Nando Martellini per proseguire lungo la splendida cornice del parco archeologico delle Terme di Caracalla.

“Il Mese del Cuore 2021 è stata un’edizione accolta molto positivamente dalle persone e abbiamo riscontrato una forte voglia di tornare a fare i controlli di routine e interessarsi alla salute del cuore. Gli oltre 1.000 checkup previsti nell’ambito della partnership con Danacol sono andati esauriti nel giro di pochissime settimane e grande successo ha avuto anche la possibilità di sottoporsi con comodità da casa e online a un test di autovalutazione sui principali fattori di rischio. La partnership tra il Policlinico Gemelli e Danacol ha avuto, proprio quest’anno, un valore ancora più significativo”, afferma il Prof. Landi.

Share Button