Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Lavori completati, apparecchio installato e già in funzione. E’ stato pienamente rispettato l’impegno assunto dal direttore generale della Asl Lanciano Vasto, Chieti, Thomas Schael, per la Radiologia di Guardiagrele, dove è stato inaugurato il nuovo telecomandato dedicato alla diagnostica tradizionale, già utilizzato da alcuni giorni. Erano presenti l’assessore alla Salute della Regione Abruzzo, Nicoletta Verì, i sindaci di Guardiagrele e Fara Filiorum Petri, Donatello Di Prinzio e Camillo D’Onofrio, la responsabile del Presidio territoriale di assistenza, Lucilla Gagliardi, il direttore della Radiologia di Chieti, Massimo Caulo, il direttore dell’unità operativa Investimenti e patrimonio, Filippo Manci, e gli operatori sanitari della struttura, oltre ovviamente al manager Asl. Il quale ha annunciato anche di avere deliberato l’assunzione di un secondo tecnico, che renderà operativa la Radiologia su due turni, a copertura dell’intera giornata.

«L’investimento fatto sulla Radiologia va nella direzione della sanità di prossimità che tanto ci sta a cuore – ha sottolineato Nicoletta Verì – e che sosteniamo con scelte finalizzate a dare ai territori servizi realmente utili. La programmazione regionale darà alla rete territoriale la giusta rilevanza, tenendo conto della densità di popolazione e nel rispetto del principio di appropriatezza, fondamentale per modulare le risposte giuste nel luogo giusto». 

A tale proposito il direttore generale ha fatto riferimento ai lavori per la nuova piastra ambulatoriale che sarà destinata nell’immediato alle vaccinazioni e successivamente alle prestazioni specialistiche. «Siamo a buon punto – ha detto Schael – e nel giro di poche settimane anche questa nuova realizzazione sarà portata a compimento. Sullo sfondo resta il progetto, appena completato e inviato in Regione, per una nuova Dialisi da 13 posti letto, rispondente ai criteri di accreditamento e a servizio di un ampio territorio».

Quello inaugurato oggi è un sistema telecomandato polifunzionale di diagnostica digitale per immagini, con tavolo paziente regolabile elettromeccanicamente per facilitare l’accesso dei pazienti. Oltre agli esami RX scheletrici è dotato del modulo “stitching” per la colonna vertebrale e arti inferiori sotto carico e del sistema di ribaltamento del piano portapaziente per migliorare la resa clinica degli esami RX. 

La radiologia tradizionale è utilizzata per esami del sistema scheletrico, dell’addome e del torace, oltre a quelli dell’apparato digerente.

Share Button