Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Dopo il Covid-19 il mondo non sarà più lo stesso. La pandemia ha segnato una svolta e fatto emergere, anche nel nostro Paese, le criticità di un sistema sanitario non sempre adeguato alle aspettative e ai bisogni di medici e pazienti. La Salute richiede competenze, vicinanza e risposte efficaci, anche in un momento in cui l’accesso alle strutture ospedaliere va tenuto sotto controllo: bisogna trovare soluzioni alternative efficienti, oggi e per il futuro.  

Di questo si è parlato al Congresso medico Endolive che si tiene in questi giorni al Policlinico Gemelli di Roma. All’appuntamento internazionale, promosso dal prof. Guido Costamagna, giunto alla decima edizione e quest’anno virtuale, hanno partecipato specialisti di Endoscopia di tutto il mondo. Questa specialità ha assunto crescente rilevanza per la diagnosi e il trattamento di molteplici patologie gastrointestinali e bilio-pancreatiche sostituendosi , sempre più di frequente, alla chirurgia tradizionale, grazie a interventi di Chirurgia Endoscopica meno invasivi, ridotti tempi di ospedalizzazione, riduzione dei costi sanitari, migliore recupero dei pazienti. 

A questi temi è stato dedicato il simposio “HERE TODAY and ready for tomorrow” di  Boston Scientific  che ha avuto le testimonianze di autorevoli clinici dell’Endoscopia, quali Guido Costamagna, Alessandro Repici e Cecilia Binda, coordinati e guidati nel dibattito dal giornalista Beppe Severgnini

E emersa  dagli interventi dei relatori l’importanza della COMUNICAZIONE, sia a livello multidisciplinare tra diversi Specialisti, a beneficio dei pazienti, sia fra i clinici e i pazienti che in questo momento difficile hanno particolare bisogno di essere seguiti “da vicino”. E proprio le tecnologie “a distanza” si sono dimostrate di straordinario supporto ed efficacia agevolando e favorendo la formazione, il monitoraggio, l’interazione, il supporto tecnico.

Boston Scientific ha sviluppato su questo fronte specifiche innovazioni tecnico-scientifiche. Per adeguare le competenze ospedaliere e offrire ai pazienti le cure migliori sono state elaborate nuove piattaforme online di apprendimento su patologie e tecnologie biomedicali, come la piattaforma E-preceptor per assistere a procedure endoscopiche “live” effettuate da Centri specialiizzati, oppure EDUCARE che mette a disposizione video didattici.  Per assistere i malati anche da remoto sono stati elaborati specifici sistemi di monitoraggioFra questi, Mycare che consente di affiancare sia il paziente che il medico durante il follow-up che segue, di norma, l’impianto di un dispositivo medico.

La tecnologia, mirata, innovativa, accessibile, è emersa dal simposio “HERE TODAY and ready for tomorrow” come una delle risposte più adeguate e concrete alle esigenze di maggiore interazione, lavoro di squadra fra specialisti e a ascolto più attento del paziente. Per essere pronti, in Endoscopia e in tutte le discipline della medicina moderna , ad affrontare la grande SVOLTA  della saniità

Share Button