Print Friendly, PDF & Email

5 nuovi mammografi di ultima generazione, di cui 3 già in funzione e 2 di prossima installazione, sono stati recentemente acquistati dalla Asl di Viterbo con l’obiettivo di incrementare l’offerta diagnostica mammografica nel Viterbese.

Un percorso, quello del progressivo ammodernamento tecnologico del parco macchine mammografiche in dotazione dell’azienda sanitaria viterbese, iniziato nel 2020 con l’acquisizione in formula noleggio di un macchinario con tomosintesi per il presidio ospedaliero di Belcolle, per soddisfare la richiesta clinica, e proseguito in maniera significativa nell’anno in corso con il completamento delle sostituzioni delle unità con maggiore obsolescenza, grazie alla programmazione acquisti messa in campo dalla Regione Lazio.

Proprio in questi giorni sta terminando la fase di installazione di un mammografo digitale con tomosintesi fisso dato in dotazione all’unità operativa di Diagnostica e screening Senologico di Montefiascone, che segue temporalmente la messa in esercizio nel mese di marzo, nella Radiologia di Civita Castellana, di un analogo modello. In fase di programmazione risulta invece la terza, e ultima, installazione senologica presso l’ospedale di Belcolle.

I 3 mammografi digitali con tomosintesi, destinati ai presidi fissi di diagnostica senologica della Asl, sono stati inseriti all’interno dei finanziamenti regionali, e del recente PNRR, per un importo complessivo di oltre 420mila euro.

Inoltre, a marzo è stato inaugurato il primo dei 2 mammografi digitali su mezzo mobile per l’attività di screening sul territorio con la previsione di installazione della seconda unità mobile per fine mese. Entrambi i mammografi sono stati finanziati nell’ambito della DGR regionale per “L’abbattimento liste di attesa”, per un valore di circa 170mila euro.

“Prosegue senza soluzione di continuità il processo di ammodernamento del nostro parco tecnologico – commenta il direttore generale della Asl di Viterbo, Daniela Donetti – al fine di consentire ai professionisti delle diverse branche specialistiche della nostra azienda di incrementare progressivamente la qualità dei servizi erogati e affinché possano esprimere pienamente le loro capacità professionali al servizio dei cittadini assistiti. Nello specifico, con questa ultima tranche di investimenti, l’obsolescenza del parco tecnologico della Asl di Viterbo in ambito mammografico, passa da valore medio di 11 anni stimato al 2021 ad un valore inferiore ad 1 anno, nel 2022”.

Nessun articolo correlato
Share Button